L’Ontario svela i dettagli del progetto pilota per la farmacia del vaccino AstraZeneca COVID-19

Visualizzazioni: 13
0 0
Tempo per leggere:6 Minuto, 42 Secondo

Gli abitanti dell’Ontario di età compresa tra 60 e 64 anni in tre unità di sanità pubblica potranno prenotare un appuntamento per il vaccino Astrazeneca COVID-19 presso una farmacia a partire da venerdì.

Il Ministero della Salute afferma che più di 325 farmacie a Toronto, Windsor-Essex e Kingston, Frontenac e Lennox & Addington (KFLA) stanno partecipando a un programma pilota per somministrare 194.500 dosi di vaccino.

Puoi trovare l’elenco completo in fondo a questa storia.

L’Ontario ha ottenuto l’accesso alla spedizione iniziale del vaccino AstraZeneca questa settimana. È stato approvato per l’uso da Health Canada alla fine di febbraio, anche se il Comitato consultivo nazionale per le vaccinazioni (NACI) ha successivamente raccomandato che fosse utilizzato solo per adulti di età compresa tra 18 e 64 anni.

I membri della task force sui vaccini della provincia hanno affermato che a causa della disponibilità limitata in questo momento, le dosi saranno destinate ai residenti di età compresa tra 60 e 64 anni.

Mercoledì pomeriggio, in una conferenza stampa, il generale in pensione Rick Hillier, che guida la task force sui vaccini della provincia, ha detto che delle dosi del progetto pilota, 29.500 andranno ai medici di famiglia, mentre il resto alle farmacie.

Ogni farmacia riceverà circa 40 vaccini al giorno, ha detto.

Il premier Doug Ford ha detto che la provincia dovrebbe superare il milione di vaccinazioni entro la fine della giornata.

Presto, l’Ontario avrà 120 nuove cliniche per l’immunizzazione di massa, ha detto Ford, e sarà in grado di offrire fino a 150.000 vaccini al giorno, a seconda della fornitura.

“Questo è un punto di svolta assoluto”, ha detto Ford.

“Sembra che la nostra fornitura di vaccini stia continuando a migliorare”.

I funzionari provinciali affermano anche che l’Ontario lancerà un sistema di prenotazione online e un servizio clienti provinciale per le vaccinazioni il 15 marzo. Questi supporti hanno lo scopo di aiutare a rispondere alle domande e prenotare appuntamenti presso le cliniche di vaccinazione di massa, a partire da persone di età superiore agli 80 anni.

Alla conferenza stampa, Ford ha implorato il pubblico di non provare a utilizzare quei sistemi a meno che non si trovino in quella fascia di età superiore agli 80 anni. Molte località hanno avuto problemi con questo tipo di iniziative all’inizio perché la domanda aveva una capacità eccessiva.

“Se non stai prenotando per un valore da 80+, per favore non andare online, per favore non chiamare quel numero”, ha detto Ford.

Le morti dei residenti dell’assistenza a lungo termine diminuiscono con l’aumento dei vaccini

I funzionari della KFLA hanno diffuso oggi un comunicato stampa, affermando che l’unità sanitaria prevede di ricevere più di 20.000 dosi del vaccino attraverso il progetto pilota da somministrare attraverso circa 40 farmacie. Hanno avvertito che le farmacie nella regione stanno già ricevendo un grande volume di telefonate e che potrebbe essere necessario del tempo affinché ogni sede funzioni senza intoppi.

La Canadian Pharmacists Association ha affermato che più di 300 farmacie nelle tre unità sanitarie sono state identificate come possibili partecipanti al progetto, anche se non è chiaro quante saranno elencate questa settimana.

Il ministro della Salute Christine Elliott ha detto che si aspetta che gli abitanti dell’Ontario idonei potranno iniziare a programmare gli appuntamenti nelle farmacie venerdì. Diverse località a Toronto, tuttavia, accettano già prenotazioni online.

(CBC)

I membri della task force sui vaccini della provincia hanno affermato che a causa della disponibilità limitata in questo momento, le dosi saranno destinate ai residenti di età compresa tra 60 e 64 anni. Poiché il vaccino AstraZeneca può essere conservato in un normale frigorifero, i funzionari sanitari intendono distribuirlo principalmente attraverso farmacie e fornitori di cure primarie una volta che le spedizioni aumentano.

In questo momento, il tempo è critico, poiché circa 114.000 delle dosi scadranno il 1 aprile. Parlando ieri, Elliott ha detto che nessuno di quei colpi sarà sprecato.

“Siamo stati pronti a ricevere i vaccini AstraZeneca e saremo in grado di consegnarli prima della scadenza”, ha detto durante il periodo delle domande al Queen’s Park.

Elliott ha aggiunto che una volta che le spedizioni di vaccini aumenteranno nelle prossime settimane, l’Ontario sarà in grado di quadruplicare la sua capacità in “ordine molto breve”.

Ieri la provincia ha somministrato 35.264 iniezioni di vaccini COVID-19. Un totale di 279.204 persone hanno ricevuto entrambi i vaccini Pfizer o Moderna.

Lo sforzo per immunizzare coloro che vivono in assistenza a lungo termine ha ridotto drasticamente i decessi legati al COVID-19 tra i residenti, di cui 3.876 sono morti durante la pandemia. Oggi è stato il quinto giorno consecutivo in Ontario senza ulteriori morti di residenti segnalate.

Questa mattina, nel campus di Bayview del Sunnybrook Hospital di Toronto, è stata eretta un’unità sanitaria mobile composta da capsule autonome con 8-10 posti letto ciascuna. (Paul Smith / CBC)

1.316 nuovi casi COVID-19

Nel frattempo, questa mattina l’Ontario ha segnalato altri 1.316 casi di COVID-19 e altri 16 decessi di persone con la malattia.

I nuovi casi includono 428 a Toronto, 244 nella regione di Peel e 149 nella regione di York.

Le unità sanitarie che hanno visto un aumento a due cifre sono state:

  • Thunder Bay: 67
  • Hamilton: 59
  • Ottawa: 59
  • Regione di Durham: 48
  • Regione di Halton: 48
  • Simcoe-Muskoka: 31
  • Regione di Waterloo: 25
  • Windsor-Essex: 23
  • Regione del Niagara: 19
  • Peterborough: 16
  • Contea di Brant: 14
  • Sudbury: 13
  • Ontario orientale: 11
  • Distretto di Leeds, Grenville e Lanark: 11

(Nota: tutte le cifre utilizzate in questa storia si trovano sul cruscotto COVID-19 del Ministero della Salute o nel suo Riepilogo epidemiologico giornaliero. Il numero di casi per ogni regione può differire da quanto riportato dall’unità sanitaria pubblica locale in un dato giorno, perché le unità locali riportano i dati in momenti diversi.)

La media di sette giorni è salita per un quinto giorno consecutivo a 1.238, il suo punto più alto in circa un mese (anche se è importante notare che, a causa di un errore nei dati, il conteggio giornaliero dei casi l’8 marzo è stato artificialmente gonfiato di poche centinaia infezioni che avrebbero dovuto essere segnalate il sabato precedente).

Secondo il Ministero della Salute, c’erano persone con COVID-19 negli ospedali, di cui 281 erano in terapia intensiva.

In particolare, tuttavia, un rapporto interno dell’8 marzo del Critical Care Services Ontario (CCSO) ha indicato il numero di pazienti COVID-19 in terapia intensiva a 344. Il rapporto CCSO, che viene distribuito tra ospedali e agenzie sanitarie, riflette una contabilità più accurata della terapia intensiva. ammissioni a causa di una differenza nel modo in cui vengono contati i casi

Gli ospedali continuano a prepararsi per le possibili implicazioni di un aumento nella trasmissione di varianti di preoccupazione, che il tavolo consultivo scientifico COVID-19 dell’Ontario ha affermato che potrebbe rappresentare un onere significativo per le unità di terapia intensiva.

Toronto allestisce un ospedale da campo in vista della possibile terza ondata

Il Sunnybrook Hospital di Toronto ha confermato oggi la costruzione di un’unità sanitaria mobile nel suo campus in preparazione di un potenziale afflusso di pazienti ad aprile. L’operazione sul campo è uno sforzo congiunto tra l’ospedale ei governi provinciale e federale.

Un portavoce dell’ospedale ha detto che l’unità mobile avrà 84 posti letto, anche se può essere ampliata per ospitarne 100 in caso di necessità.

“In caso di aumento della domanda di posti letto, prevediamo che la struttura sarà molto probabilmente utilizzata per fornire spazio a pazienti in attesa di collocamento in altre strutture e pazienti in recupero di bassa acutezza che libereranno letti per cure acute e critiche in l’ospedale “, ha detto il portavoce.

Il primo ministro Justin Trudeau ha dichiarato a gennaio che due unità sanitarie mobili sarebbero state inviate per aiutare gli ospedali nella Greater Toronto Area. L’anno scorso il governo federale si è procurato 10 unità sanitarie mobili mentre la pandemia COVID-19 stava peggiorando in Canada.

Consulta l’elenco completo delle farmacie che partecipano al progetto pilota qui:

#LOntario #svela #dettagli #del #progetto #pilota #farmacia #del #vaccino #AstraZeneca #COVID19

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *