Lula, Bolsonaro sbalordisce in possibile anteprima delle elezioni brasiliane

Visualizzazioni: 17
0 0
Tempo per leggere:3 Minuto, 57 Secondo

I brasiliani hanno avuto un’anteprima mercoledì di come due potenti rivali politici potrebbero combattere per guidare il loro paese l’anno prossimo.

L’ex presidente brasiliano Luiz Inacio Lula da Silva e Jair Bolsonaro, l’attuale presidente del paese, hanno entrambi sparato in anticipo alle elezioni del 2022 che saranno dominate dalla pandemia furiosa, da un’economia debole e da una profonda polarizzazione politica.

Nei suoi primi commenti pubblici da quando le sue condanne per innesto sono state annullate da un giudice della Corte Suprema lunedì, Lula ha affermato di non aver deciso se candidarsi alle elezioni del prossimo anno.

Ma il suo discorso lungo e appassionato, pronunciato sotto una bandiera che proclamava “Salute, lavoro e giustizia per il Brasile” nel sindacato in cui la sua carriera politica ebbe inizio negli anni ’80, ha avuto la sensazione di un lancio di campagna.

“Questo paese è disorganizzato e sta cadendo a pezzi perché non ha governo”, ha detto al pubblico del sindacato dei metalmeccanici di Sao Bernardo do Campo, confrontando l’attuale crisi economica con una forte crescita e la caduta delle disuguaglianze quando in precedenza era alla guida del Brasile per due mandati presidenziali.

Lula ha attaccato direttamente Bolsonaro per il suo record nella gestione della pandemia di coronavirus, soprattutto per i ritardi nell’ottenimento dei vaccini e per il suo pubblico rifiuto della loro efficacia. Il Brasile ha perso 270.000 persone a causa del COVID-19, il peggior bilancio delle vittime al di fuori degli Stati Uniti, poiché le varianti locali spingono l’epidemia del paese nella sua fase peggiore.

GUARDA | Combattendo COVID-19 in Brasile:

Il Brasile ha il secondo più alto numero di morti per COVID al mondo e il sistema sanitario non può tenere il passo con le nuove infezioni. I medici a terra dicono di essere esausti e alla disperata ricerca di più attrezzature. 2:28

“Molte di queste morti avrebbero potuto essere evitate”, ha detto Lula, che è risultata positiva al coronavirus durante una visita a Cuba a dicembre.

Il discorso dell’ex presidente di 75 anni ha suscitato una reazione immediata da parte di Bolsonaro, che ha difeso la sua gestione della pandemia.

Lotta “instancabile”

“[Lula’s criticism] è ingiustificato. Ora sta iniziando la sua campagna, ma non ha nulla di buono da mostrare. La loro campagna è semplicemente di criticare, mentire e promuovere la disinformazione “, ha detto Bolsonaro alla CNN Brasil.

Ha detto che proporrà una legislazione che ripristini le schede cartacee che possono essere controllate per le elezioni del 2022 perché non si fida del voto elettronico.

I brasiliani sono in fila per essere vaccinati venerdì a Duque de Caxias. (Pilar Olivares / Reuters)

Bolsonaro ha aggiunto che le condanne per corruzione contro Lula non sono state ancora annullate dall’intero collegio della Corte Suprema, il che significa che una corsa alle elezioni del 2022 potrebbe non essere garantita.

Tuttavia, c’erano segni che il messaggio di Lula sulla pandemia avesse scosso Bolsonaro. A poche ore dalle critiche di Lula, Bolsonaro ei suoi collaboratori sono apparsi mascherati a un evento ufficiale a Brasilia – un raro avvistamento per il presidente, che ha evitato le maschere, minimizzato la gravità del virus e ha detto che avrebbe rifiutato un vaccino.

“Siamo stati instancabili sin dal primo momento nel combattere la pandemia”, ha detto, dicendo che il Brasile avrebbe avuto 400 milioni di dosi di vaccino entro la fine di quest’anno.

Il presidente brasiliano Jair Bolsonaro ha difeso la sua gestione della pandemia. (Ueslei Marcelino / Reuters)

Entrambi hanno il supporto

Nel suo discorso, Lula si è presentato come uno statista veterano desideroso di mettere il paese sulla strada giusta, sottolineando il suo rispetto per la stampa libera, gli imprenditori e le forze armate, mentre invocava un’ampia coalizione per sconfiggere Bolsonaro.

“Sono stato chiamato ‘conciliatore’ quando ho governato”, ha detto. “Sono disponibile a parlare con tutti.”

Tuttavia, Lula ha anche rafforzato le opinioni di lunga data che hanno messo in crisi i mercati finanziari alla prospettiva della sua resurrezione politica. L’ex leader sindacale ha denunciato le privatizzazioni, l’autonomia della banca centrale e le vendite di asset da parte della compagnia petrolifera statale Petroleo Brasileiro SA, o Petrobras.

“Coloro che stanno comprando cose da Petrobras farebbero meglio ad avere paura, perché possiamo cambiare molto”, ha detto Lula. “Se il mercato vuole vivere di noi vendendo il patrimonio nazionale, allora dovrebbe aver paura di me”.

Un sondaggio del sondaggista Real Time Big Data, pubblicato mercoledì dalla CNN Brasil, ha mostrato sia Lula che Bolsonaro con il supporto necessario per raggiungere un voto di secondo turno.

Un uomo e il suo cane camminano davanti a una replica della statua del Cristo Redentore che indossa una maschera protettiva sulla riva della spiaggia di Copacabana a Rio de Janeiro, venerdì. (Silvia Izquierdo / The Associated Press)

#Lula #Bolsonaro #sbalordisce #possibile #anteprima #delle #elezioni #brasiliane

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *