March Madness: Baylor vince il primo titolo nazionale di basket maschile, ponendo fine alla corsa imbattuta di Gonzaga

Visualizzazioni: 2
0 0
Tempo per leggere:3 Minuto, 57 Secondo

Baylor sapeva che avrebbe dovuto giocare alla perfezione per concludere la stagione impeccabile di Gonzaga.

Gli Orsi l’hanno quasi fatto.

Jared Butler e la loro zona di difesa dinamica hanno colpito i loro primi cinque da 3 punti e non si sono mai raffreddati. L’omone sottodimensionato Mark Vital ha provocato tanti mal di testa quanti lividi. La loro panchina era superba, i loro rimbalzi eccezionali, il loro piano di gioco impeccabile e l’allenamento di Scott Drew perfetto nel momento culminante del suo lungo lavoro di costruzione a Waco, in Texas.

Il risultato è stato una straordinaria sconfitta per 86-70 della testa di serie numero 1 per il primo titolo di basket maschile nella storia della scuola.

Butler, il tuttofare All-American, ha aperto la strada con 22 punti, superando la sensazione della matricola Gonzaga Jalen Suggs in un matchup di playmaker premier. Butler ha colpito quattro 3 punti, ha ripetutamente abbattuto i Bulldogs dal dribbling e, quando sono riusciti a fermarlo, ha accumulato sette assist trovando qualcun altro spalancato.

Spesso erano i suoi compagni di difesa MaCio Teague (19 punti) e Davion Mitchell (15 punti).

Oppure era Vital, il fullback di 6 piedi e 5, 250 libbre con scarpe da basket. Ha avuto tre rimbalzi offensivi prima che la partita fosse di 3 minuti, ha finito con sei punti e 11 rimbalzi e ha reso la vita miserabile per la stella Gonzaga Drew Timme.

Le squadre avrebbero dovuto giocare a dicembre a Indianapolis, ma un’epidemia di COVID-19 all’interno del programma Gonzaga ha costretto la partita a essere annullata. Le due squadre hanno trascorso la maggior parte della stagione regolare classificandosi 1-2 nel sondaggio AP, e sono state unte le co-favorite per un torneo NCAA più unico giocato interamente nell’Indiana centrale.

Nonostante solo 8.000 fan tra il pubblico, la stragrande maggioranza dei quali indossava verde e oro, c’era un’eccitazione palpabile per il gioco – forse era ancora indugiato dalle Final Four, quando Suggs ha colpito un cicalino da 3 punti agli straordinari per ha battuto l’UCLA in uno dei traguardi più notevoli nella storia del torneo NCAA.

In ogni caso, i Bears hanno ruggito per un vantaggio di 29-10 a metà del primo tempo, il più grande deficit che Gonzaga aveva affrontato durante tutto l’anno, e hanno minacciato di trasformare quella resa dei conti tanto attesa in uno scoppio televisivo nazionale.

I Bulldogs in qualche modo sono andati sul 47-37 alla fine del primo tempo, e Suggs si è scaldato all’inizio del secondo tempo, permettendo loro di eliminare lentamente il loro deficit. Ma è allora che l’equilibrio di una squadra di lunga esperienza – Baylor inizia tre junior e due senior – ha mostrato il tipo di risposta enfatica che ha dimostrato che questo cosiddetto turbamento non era un colpo di fortuna.

Andrew Nembhard di Gonzaga aveva finalmente ridotto il deficit a una cifra con 14:22 quando Vital ha risposto dall’altra parte per Baylor. Butler ha aggiunto un paio di tiri liberi e, dopo un secchio di Timme, Teague ha segnato un layup folgorante, Vital ha schiacciato un tiro di Corey Kispert e il backup Adam Flagler (13 punti) ha seppellito un’altra tripla.

Nembhard di Aurora, Ontario, ha chiuso con nove punti, quattro rimbalzi e quattro assist in 39 minuti per i Bulldogs.

In poco più di un minuto, il vantaggio di Baylor per 58-49 è salito nuovamente a 16 punti. Ha colpito 20 pochi minuti dopo. E i Bears hanno dovuto semplicemente attraversare gli ultimi 5 minuti per celebrare un titolo nazionale in preparazione per quasi due decenni.

Programma ricostruito

Il programma era impantanato nello scandalo quando Drew è arrivato 18 anni fa. L’omicidio di un giocatore per mano di un compagno di squadra era ancora fresco nella mente dei fan, così come il tentativo di insabbiamento da parte del predecessore di Drew, Dave Bliss, e le sanzioni NCAA che hanno trasformato il programma Baylor nel più grande lavoro di ricostruzione nella storia del sport.

Eppure, dopo alcuni anni magri, Drew aveva costruito un concorrente Big 12. I Bears iniziarono a sfidare il Kansas e altri programmi blueblood. E finalmente hanno sfondato con il loro primo campionato di conferenza dal 1950 all’inizio di questa stagione.

Quello era uno dei loro obiettivi. L’altro era quello di consegnare il loro primo campionato nazionale.

Lunedì sera hanno raggiunto anche quello.



#March #Madness #Baylor #vince #primo #titolo #nazionale #basket #maschile #ponendo #fine #alla #corsa #imbattuta #Gonzaga

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *