Mike Weir non riesce a restare in testa, finisce 2 ° al Colorguard Classic

Visualizzazioni: 7
0 0
Tempo per leggere:3 Minuto, 18 Secondo

Kevin Sutherland è entrato per l’unico uccellino del round finale sul numero 16 e ha avuto un tap-in per un altro alla buca successiva, sparando un 4-under 69 per superare Mike Weir di Brights Grove, Ontario. domenica al Colorguard Classic.

Sutherland era in svantaggio di due per iniziare la giornata ed era sotto di quattro dopo che Weir ha chiuso l’ottavo par 5 in condizioni burrascose al Tucson National. Sutherland ha tagliato il vantaggio di Weir a metà con due birdie nelle sue prime tre buche per iniziare sul retro nove e scheggiato da destra corta delle 183 yard, par-3 16 °.

Sutherland ha toccato il 17 dopo aver superato la frangia sul par 5 e ha mancato un altro uccellino sul difficile 18 per chiudere la sua seconda vittoria nelle ultime tre partenze del PGA Tour Champions e la quinta assoluta. Ha concluso a 15 sotto, due davanti a Weir, tre su Steve Stricker e Scott Parel.

Weir ha avuto spauracchi in due delle sue ultime tre buche per tirare un par 73 pari. Il campione del Masters 2003 è stato due volte secondo nel PGA Tour Champions da quando ha compiuto 50 anni lo scorso anno.

Stephen Ames, nativo di Calgary, ha concluso in parità per il 52 ° posto a 4-over.

Il tentativo di Phil Mickelson di vincere le sue prime tre partite di PGA Tour Champions si è fermato bruscamente con un triplo spauracchio al nono par-4. Ha sparato 73 per finire 11 colpi indietro.

Weir ha aperto il secondo round con un uccellino mentre raffiche di vento piegavano le aste della bandiera ad angoli acuti. Ha seguito con cinque par di fila e si è avvicinato al green al settimo par-3 quando il “Limelight” di Rush è esploso da uno dei cortili del Tucson National.

GUARDA | Sutherland vince Colorguard Classic:

Kevin Sutherland è arrivato da dietro per sconfiggere Mike Weir con due colpi e finire 15-under domenica a Tucson, in Arizona. 2:03

Il mancino canadese ha risposto con un po ‘di ispirazione tutta sua, intervenendo per l’uccellino da circa 90 piedi. Un birdie putt di 15 piedi di curling all’ottavo par-5 gli ha dato un vantaggio di quattro colpi su Sutherland.

Sutherland, che ha vinto il campionato Charles Schwab a novembre a Phoenix, ha aperto le seconde nove con un birdie e ne ha avuto un altro al 12 ° par-5. Il 56enne di Sacramento, California, è inciampato quando non è riuscito a salire e scendere da un bunker al 14 ° par 3, ma ha chiuso in bellezza con il peggioramento delle condizioni.

Weir ha visto uno scivoloso par putt di 4 piedi scivolare vicino alla buca dopo un bel tiro da bunker sul n. 16 e ha mancato un birdie putt dal limite del n. 17 dopo che un colpo da bunker è passato attraverso il fondo del green. Ha piazzato tre putt per bogey il par-14 18 °.

Mickelson è stato l’ultimo dilettante a vincere al PGA Tour di Tucson 30 anni fa, ma non è riuscito a evocare la stessa magia al suo ritorno.

Nove colpi indietro entrando nel round finale, ha avuto tre birdie e uno spauracchio attraverso le prime otto buche prima di colpire il suo tee shot in acqua sul nono par-4. Poi ha colpito nel bunker del green e ha tirato tre putt per un sette.

Mickelson ha evitato il fango sul numero 15, almeno.

Ha tirato due buoni tee nei primi due round ed entrambi hanno trovato lo stagno sul dogleg del par 5. Mickelson ha fatto un birdie dopo aver colpito il suo secondo colpo dal fango nel primo round e ha pareggiato il par dopo un altro colpo di fango nel secondo.

Ha evitato lo stagno del tutto domenica colpendo nel 17 ° fairway adiacente e ha finito con il par dopo aver saltato un birdie putt di circa 15 piedi.

#Mike #Weir #riesce #restare #testa #finisce #Colorguard #Classic

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *