Nate Darling spera di ispirare i canadesi dell’Atlantico con il gioco NBA

Visualizzazioni: 21
0 0
Tempo per leggere:3 Minuto, 43 Secondo

Nate Darling della Nuova Scozia spera che la sua prima partita in NBA sia solo uno dei tanti momenti emozionanti della sua carriera, e per il basket nel Canada Atlantico.

Darling, una guardia tiratrice dei Charlotte Hornets, ha giocato i suoi primi minuti NBA il 13 marzo contro i Toronto Raptors.

“All’epoca era solo, sai, prepararmi per giocare”, ha detto Darling. “Dopo essermi seduto lì dentro i miei pensieri, ero come, ‘Wow, questo è quello che ho sognato per 10, 15 anni.'”

Darling, che è nato a Saint John, NB, ma è cresciuto a Bedford, NS, è diventato il primo di entrambe le province a giocare in una partita NBA di stagione regolare.

Crescendo, Darling ha cercato ispirazione nella star canadese Steve Nash. Vedere Nash giocare ai massimi livelli ha dato a Darling la speranza che un giorno avrebbe potuto fare lo stesso. Ora, vuole ricoprire quel ruolo per le persone nel Canada Atlantico.

“È solo essere un volto per i sogni degli altri bambini”, ha detto Darling.

“Il solo fatto di essere quello per un gruppo di giovani ballerini del Canada Atlantico, può guardarmi ed essere come, ‘Se mi impegno e mi impegno davvero posso farlo anche io’, e penso che sia onestamente una cosa bellissima per me per poter dare speranza ai bambini “.

La partita contro i Raptors non è stata la prima partita per cui si è vestito. Darling si era vestito per la partita degli Hornets contro i Detroit Pistons un paio di giorni prima, ma non ha giocato.

Ma quando Charlotte ha preso un grande vantaggio contro i Raptors, Darling è salito sul palco in una partita che è stata trasmessa in televisione in tutto il Canada.

Orgoglio della costa orientale

Dopo aver giocato la sua prima partita per gli Hornets, il telefono di Darling era in fermento di messaggi da casa, congratulandosi con lui per il risultato.

Katherine Brien era una di quelle persone che incoraggiavano Darling da casa. Brien è il direttore esecutivo di Basketball Nova Scotia, quindi quando Darling è scesa in campo, è stato un momento speciale per lei.

“È stato un momento davvero incredibile, un po ‘personalmente e professionalmente per me”, ha detto Brien.

“Penso che, poiché le nostre province sono così piccole, ci riuniamo in così tante aree come le province atlantiche o anche le province marittime, che tutti abbiano provato un senso di orgoglio, posso immaginare, guardandolo in campo”.

Darling prende una palla vagante durante una partita di esibizione a dicembre contro i Raptors. (Foto NBA di Jared C.Tilton / Getty Images)

Nate Darling ha promosso la sua carriera giocando a basket nelle scuole superiori e universitarie negli Stati Uniti, Brien ha detto che ha sempre trovato il tempo per la sua provincia.

Darling ha giocato per la squadra provinciale della Nuova Scozia e ha aiutato la squadra a vincere il campionato nazionale U17.

“Trovo spesso che i bambini se ne vadano da qualunque parte provengano, nelle piccole province, finiscano in Ontario e non si sentano mai più da loro”, ha detto Brien.

“Per Nate essere orgoglioso di essere delle Maritimes, di essere della Nuova Scozia e di dire, io sono di Bedford, questa è la mia città natale, giocare per la squadra provinciale e possedere quella parte della sua vita penso sia la cosa bella che potremmo perdere in altri ragazzi “.

Darling è andato negli Stati Uniti per giocare a basket al college. (Corey Sipkin / The Associated Press)

Mentre Darling è stato il primo della Nuova Scozia a entrare nell’NBA, potrebbe esserci di più in arrivo. Lindell Wigginton di Dartmouth ha trascorso gli ultimi due anni a giocare per la G League evolutiva della NBA.

Darling spera che la sua storia attiri anche più attenzione ai giocatori delle province atlantiche, e spera che l’esposizione renderà il percorso per giocare professionalmente ancora più facile per i futuri giocatori.

“Mostra solo che la comunità di Halifax e la comunità delle province atlantiche hanno bisogno di maggiore attenzione”, ha detto Darling.

“Io e Lindell siamo dovuti partire e andare in America quando avevamo 15 anni per arrivare dove siamo, quindi spero che i bambini possano ora seguire i loro sogni rimanendo con la loro famiglia e cose del genere”.

E ora che Darling ha fatto il suo debutto in NBA, spera che ci sia un ruolo più regolare per lui in futuro.



#Nate #Darling #spera #ispirare #canadesi #dellAtlantico #con #gioco #NBA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *