Nessuna prova antifa o “falsi” sostenitori di Trump ha stimolato la rivolta del Campidoglio, testimonia Wray dell’FBI

Visualizzazioni: 8
0 0
Tempo per leggere:3 Minuto, 39 Secondo

Il direttore dell’FBI Christopher Wray martedì ha cercato di respingere le teorie del complotto di destra che suggerivano che i falsi sostenitori dell’ex presidente Donald Trump hanno preso d’assalto il Campidoglio degli Stati Uniti il ​​6 gennaio.

È stata la prima testimonianza di Wray al Congresso dall’attacco – un tentativo fallito di impedire al Congresso di certificare la vittoria elettorale di novembre di Joe Biden – è stata effettuata dai sostenitori di Trump che, in un discorso vicino alla Casa Bianca, li ha esortati a marciare verso il Campidoglio in protesta.

“Sono rimasto sconvolto dal fatto che voi, i leader eletti del nostro paese, siate stati vittime proprio qui in queste aule”, ha testimoniato Wray davanti alla commissione giudiziaria del Senato.

“Quell’assedio era un comportamento criminale, puro e semplice. È un comportamento che noi dell’FBI consideriamo terrorismo interno”.

All’inizio, i repubblicani nel pannello hanno cercato di equiparare la rivolta del 6 gennaio alla violenza occasionale che è seguita in mesi di proteste per la giustizia razziale in dozzine di città degli Stati Uniti l’anno scorso. L’anziano repubblicano del pannello, Chuck Grassley, ha fatto ripetuti riferimenti ad Antifa e alla violenza di sinistra, tra cui a incidente di tiro mortale a Portland l’anno scorso e il sparatoria quasi fatale del membro del Congresso Steve Scalise nel 2017 da un sospetto che ha pubblicato una foto di Bernie Sanders sul suo profilo Facebook.

Ma Wray è stato inequivocabile in termini di ciò che l’agenzia ha appreso finora in termini di 6 gennaio.

“Finora non abbiamo visto alcuna prova di estremisti violenti anarchici o persone che si iscrivono ad Antifa in relazione al 6”, ha detto.

Il mese scorso, in un’altra udienza al Senato, il senatore repubblicano Ron Johnson del Wisconsin ha sollevato la possibilità che “agenti provocatori” e “falsi manifestanti di Trump” fossero circolati tra la folla il 6 gennaio, citando un articolo di un think tank di destra. .

Wray ha detto che non sono state ancora presentate prove di falsi manifestanti di Trump che si sono schiantati contro l’evento, che sembra essere stato pianificato per settimane secondo le precedenti testimonianze, e ha ribadito la sua affermazione dalle udienze del 2020 che i suprematisti bianchi “sono stati responsabili degli attacchi più letali nell’ultimo decennio” in termini di terrorismo interno.

Finora centinaia di persone caricate

Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha accusato più di 300 persone di accuse penali che vanno dalla cospirazione agli attacchi alla polizia e all’ostruzione del Congresso. La rivolta ha portato a cinque morti.

Almeno 18 persone associate con l’estrema destra Proud Boys – che il Canada etichettato come un gruppo terroristico il mese scorso – sono stati accusati e nove persone legate alla milizia antigovernativa nota come i Custodi del giuramento stanno affrontando le accuse che hanno cospirato fino a novembre per assaltare il Campidoglio per impedire a Biden di diventare presidente.

Biden è entrato in carica il 20 gennaio.

L’FBI non ha ancora arrestato alcun sospetto per la morte dell’agente di polizia del Campidoglio Brian Sicknick, o per le pipe bomb scoperte fuori dal quartier generale dei comitati nazionali sia repubblicano che democratico.

L’FBI ha ottenuto un video che mostra un sospetto che spruzza spray per orsi su agenti di polizia, incluso Sicknick, secondo una fonte delle forze dell’ordine che ha familiarità con le indagini.

In un mandato di perquisizione appena aperto, gli investigatori affermano che i rivoltosi portavano armi all’interno del Campidoglio, inclusi ferri da stiro, mazze, pistole stordenti, spray per orsi e, in almeno un caso, una pistola con un caricatore esteso.

“Tutte le persone coinvolte devono assumersi la responsabilità delle proprie azioni quel giorno, compreso il nostro ex presidente”, ha detto Grassley.

GUARDA | L’ex agente dell’FBI Jack Cloonan sulla minaccia del terrorismo interno:

Considerati gli eventi del 6 gennaio, la probabilità che qualcuno tenti un attacco durante l’inaugurazione presidenziale è “estremamente alta”, afferma l’ex agente speciale dell’FBI Jack Cloonan. 7:46

Il presidente del comitato giudiziario del senato Dick Durbin, un democratico, ha affermato che il governo non ha fatto abbastanza per proteggersi dalle minacce degli estremisti di estrema destra e dei suprematisti bianchi, e ha accusato l’amministrazione Trump di minimizzare queste minacce.

Ha detto che l’amministrazione Trump “non ha mai istituito una task force per combattere i numerosi incidenti” dall’estrema destra, e invece si è concentrata sugli attivisti di Black Lives Matter.

#Nessuna #prova #antifa #falsi #sostenitori #Trump #stimolato #rivolta #del #Campidoglio #testimonia #Wray #dellFBI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *