Non aspettarti che l’aumento dei prezzi del legname scenda presto, afferma l’associazione dei costruttori

Visualizzazioni: 4
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 12 Secondo

I prezzi del legname in British Columbia e nel resto del Canada sono in aumento e gli esperti del settore avvertono che potrebbero passare anni prima che i numeri scendano ai livelli pre-pandemici.

Secondo gli ultimi dati provinciali, i prezzi sono triplicati rispetto alle precedenti medie annuali.

A partire dal 12 marzo, un SPF di base (abete rosso, pino, abete) due per quattro costava $ 1.040 per mille piedi di tavola, mentre la media annuale nel 2019 era di $ 372, secondo il Ministero delle foreste, delle terre, delle risorse naturali e delle aree rurali. Monitoraggio settimanale dei prezzi dei prodotti forestali dello sviluppo.

“Sfortunatamente, ci aspettiamo che i prezzi del legname rimangano piuttosto elevati per un periodo di tempo piuttosto lungo”, ha affermato Kevin Lee, CEO della Canadian Home Builders ‘Association.

“Tutti sperano che durante la seconda metà dell’anno inizieremo a vedere le cose tornare giù. Ma probabilmente ci vorranno un paio d’anni prima che il legname scenda da qualche parte vicino a dove era prima della pandemia”, ha aggiunto.

Lee afferma che l’aumento dei prezzi è stato guidato da un aumento della domanda durante la seconda metà del 2020, che ha visto un aumento degli acquisti e delle ristrutturazioni di case. Il mercato rovente è stato trasferito nel 2021, già superando le aspettative del settore.

“I bassi tassi di interesse hanno contribuito a mantenere le persone interessate all’acquisto di case”, ha detto Lee.

Mulini funzionanti a capacità

Mills ha cercato di recuperare dopo che molti sono andati offline durante l’inizio della pandemia, ha detto Lee. Attualmente stanno funzionando vicino al 100% della capacità, ha aggiunto.

Ma lo stesso non si può dire per gli stabilimenti negli Stati Uniti, che sono stati più lenti a rimettersi in piedi.

Ciò significa che i produttori canadesi stanno cercando di soddisfare la domanda da entrambi i lati del confine.

“È un mercato del legname del Nord America”, ha detto Lee, “e il legname ha avuto difficoltà a tenere il passo”.

Mercoledì, il premier della BC John Horgan si è detto allarmato dai numeri, sottolineando che non sono necessariamente indicatori di un rimbalzo per il settore forestale in crisi della provincia.

“Dobbiamo riconoscere che questi prezzi non sono per sempre”, ha detto Horgan.

“È comprensibile che queste aziende che hanno avuto tempi difficili vogliano approfittare dei bei tempi”.

Horgan ha affermato che la chiave per la sostenibilità a lungo termine nella silvicoltura provinciale è la risoluzione della controversia sul legname di conifere, insieme a un uso migliore dei legni di seconda crescita.

“Alla fine della giornata, abbiamo bisogno di un’industria sostenibile”, ha detto.

#aspettarti #che #laumento #dei #prezzi #del #legname #scenda #presto #afferma #lassociazione #dei #costruttori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *