Nuova ‘tassa Netflix’ per i Manitoban in arrivo come parte dell’ultimo bilancio provinciale

Visualizzazioni: 5
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 30 Secondo

Manitobans pagherà presto di più per gli abbonamenti Netflix e Spotify, tra gli altri.

A partire da dicembre, i servizi di streaming, gli alloggi online ei mercati online dovranno addebitare l’imposta provinciale sulle vendite, ha annunciato la provincia nell’ambito del suo budget 2021-22, che è stato svelato mercoledì.

La nuova misura fiscale – spesso soprannominata “tassa Netflix” – dovrebbe portare ulteriori $ 8,8 milioni quest’anno fiscale e $ 26,5 milioni durante il suo primo anno completo di implementazione.

Significherà un soggiorno in un noleggio Airbnb in Manitoba, un abbonamento mensile a un servizio di streaming o l’acquisto di prodotti da venditori di terze parti su siti come Amazon o Best Buy sarà soggetto al sette per cento PST di Manitoba.

Ciò significa che un abbonato Netflix con un piano mensile standard di $ 14,99 pagherà altri 90 centesimi al mese, o circa $ 11 all’anno, per il servizio.

“Molto di questo serve per livellare il campo di gioco” per le imprese locali, che sono sempre state soggette alle tasse provinciali, ha detto il ministro delle finanze Scott Fielding durante una conferenza stampa di mercoledì.

“[Local businesses] competono con altre agenzie che non devono pagare le tasse “.

Ha menzionato specificamente gli hotel locali, che sono stati duramente colpiti dalla pandemia, e devono competere con i noleggi Airbnb che attualmente non applicano un’imposta sulle vendite.

Manitobans in precedenza pagava l’imposta sulle vendite quando portava i prodotti direttamente dai rivenditori online, ma i venditori di terze parti su tali siti non hanno dovuto riscuotere PST fino ad ora.

Manitobans in precedenza pagava l’imposta sulle vendite quando portava i prodotti direttamente dai rivenditori online, ma ora anche i venditori di terze parti su siti come Amazon dovranno riscuotere PST. (David Zalubowski / Associated Press)

Significherà anche che il PST viene aggiunto ai prodotti acquistati tramite mercati online come Etsy, se la persona vende beni per un valore superiore a $ 10.000 all’anno ed è registrata.

Le vendite private organizzate tramite siti come Kijiji o Facebook Marketplace non saranno soggette a imposta.

Il PST è già raccolto su servizi di streaming come Crave perché hanno già una presenza fisica in Canada. Gli utenti di Amazon Prime stavano già pagando PST perché la società lo ha raccolto volontariamente e ha rimesso la tassa alla provincia.

In base alle regole attuali in Manitoba, le imprese digitali con sede all’estero che non hanno una presenza fisica nella provincia possono vendere beni e servizi senza addebitare né l’imposta provinciale sulle vendite né l’imposta federale sulle vendite.

La Columbia Britannica, il Saskatchewan e il Quebec richiedono già ai fornitori di servizi digitali stranieri di registrarsi e riscuotere l’imposta provinciale sulle vendite sui servizi.

Il governo federale ha segnalato la sua dichiarazione economica autunnale prevedeva di richiedere alle multinazionali di riscuotere la GST o l’imposta sulle vendite armonizzata (HST) su prodotti e servizi digitali a partire da luglio 2021.

Si prevede che questa mossa porterà $ 1,2 miliardi in più di entrate per Ottawa nei prossimi cinque anni.

#Nuova #tassa #Netflix #Manitoban #arrivo #parte #dellultimo #bilancio #provinciale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *