NWT conferma la prima variante preoccupante del COVID-19

Visualizzazioni: 42
2 1
Tempo per leggere:1 Minuto, 48 Secondo

Il caso di COVID-19 riportato alla Diavik Diamond Mine all’inizio di questa settimana è stato confermato come la variante B.1.1.7 identificata per la prima volta nel Regno Unito.

Nessun altro caso è stato rilevato da quando il caso è stato segnalato per la prima volta il 29 marzo.

La persona risultata positiva e altre 35 persone che erano in stretto contatto si stanno ancora isolando da sole nel sito della miniera. La persona infetta “sta bene”.

L’ufficio dell’ufficiale capo della sanità pubblica aveva precedentemente riferito che la persona ha contratto il virus al di fuori del sito minerario, che si trova a circa 300 chilometri a nord-est di Yellowknife e accessibile solo per via aerea o ghiacciata.

Un comunicato stampa dell’ufficio principale della sanità pubblica della NWT afferma che Diavik Diamond Mines metterà alla prova tutti i dipendenti della miniera e “continuerà a lavorare con i funzionari della sanità pubblica per mitigare il rischio di trasmissione”.

Il caso non viene riportato nelle statistiche COVID-19 del territorio in quanto il lavoratore non è un residente NWT. Non ci sono rischi per il pubblico in questo momento, secondo il comunicato.

Un’epidemia all’inizio di quest’anno presso la miniera di diamanti Gahcho Kue (circa 280 chilometri a nord-est di Yellowknife e altrettanto remota) è cresciuta fino a includere 20 casi. Quell’epidemia è stata dichiarato il 26 marzo. Nunavut ha dovuto affrontare un’epidemia simile nella miniera d’oro di Hope Bay, che si trova vicino alla costa artica a circa 700 chilometri a nord-est di Yellowknife.

Diavik ha registrato tre casi positivi di COVID-19 dall’inizio della pandemia. Due lavoratori sono risultati positivi nella miniera il 23 dicembre. Uno è risultato positivo nel novembre dello scorso anno.

Nessuno di questi casi porta a un’ulteriore diffusione all’interno della miniera.

I rapporti sui focolai di COVID-19 nelle miniere settentrionali hanno fornito una finestra rara nella scala delle operazioni remote e fly-in. Altrimenti, si sa poco sul numero di lavoratori fly-in impiegati nel nord del Canada.

Diavik Diamond Mines è una joint venture tra Rio Tinto Group e Dominion Diamond Corporation.

#NWT #conferma #prima #variante #preoccupante #del #COVID19

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *