Oilers, Habs aspettano e vedono se la partita di mercoledì va dopo il rinvio di lunedì

Visualizzazioni: 17
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 52 Secondo

Le divisioni NHL con sede in America hanno affrontato sfide di rinvio a causa delle preoccupazioni COVID-19 in questa stagione. Ora è il turno della North Division con sede in Canada.

La NHL avrebbe dovuto fornire i dettagli più tardi martedì, dopo che una partita tra Edmonton Oilers e Canadiens è stata rinviata lunedì sera dopo che due giocatori di Montreal sono stati inseriti nell’elenco del protocollo COVID della lega.

Martedì i Canadiens hanno annullato le prove libere, ma gli Oilers sono tornati sul ghiaccio in preparazione della partita in programma mercoledì al Bell Center.

“Devi cercare di trarne vantaggio”, ha detto l’allenatore degli Oilers Dave Tippett a proposito della pausa inaspettata nell’intensa stagione abbreviata. “Sorprendentemente abbiamo fatto un vero allenamento al ritmo là fuori. Pensavo che i ragazzi fossero di ottimo umore. Forse il giorno in più [off] è stato un bene per loro. “

I giocatori di Montreal dovevano ancora fare rapporto per i test COVID-19 ma i loro piani sul ghiaccio rimasero in sospeso. Il team non ha pianificato una disponibilità dei media martedì.

“Una situazione un po ‘strana”

La NHL ha annunciato il rinvio della partita di lunedì sera circa mezz’ora prima dell’ingaggio di apertura programmato alle 19:00.

“E ‘una situazione un po’ strana”, ha detto l’attaccante degli Oilers Ryan Nugent-Hopkins. “Ma ovviamente altre squadre ci sono passate. È la situazione in cui ci troviamo quest’anno. Quindi abbiamo deciso e partiremo da lì”.

Gli attaccanti Joel Armia e Jesperi Kotkaniemi sono stati inseriti nella lista dei protocolli COVID lunedì. Presentarsi nell’elenco non significa necessariamente che un individuo sia risultato positivo.

I giocatori possono entrare nel protocollo per risultati non confermati, se sono considerati uno stretto contatto di un caso positivo o se è richiesta una quarantena.

Non c’era una parola immediata su una data di trucco per il gioco, il primo incontro della North Division a essere posticipato in questa stagione a causa del protocollo COVID.

“Devi tirare un po ‘con i pugni”, ha detto Tippett. “Questo è esattamente dove si trova. Sappiamo che dovremo recuperare la partita da qualche parte. Fa parte di ciò con cui abbiamo a che fare quest’anno.

“Spero che non sia una grande preoccupazione e tu continui ad andare avanti. Guardi la partita di fronte a te ed è quella per cui devi prepararti e spero che giochi bene”.

Gli Oilers e i Canadiens avrebbero dovuto suonare anche venerdì sera a Montreal.

L’orario di inizio di una partita tra le due squadre l’11 febbraio è stato posticipato di un’ora dopo che l’attaccante dell’Edmonton Jesse Puljujarvi è stato inserito nell’elenco del protocollo. È stato ritenuto idoneo a riprendere le attività di squadra due giorni dopo.

North Division, altri rinvii

Edmonton è a pari merito con Toronto per il primo posto nella classifica North Division con 42 punti. I Maple Leafs hanno due partite in mano sugli Oilers.

Le squadre della North Division erano inattive martedì sera. I Winnipeg Jets sono soli al terzo posto con 40 punti, tre in più dei Canadiens.

Ci sono state 38 partite rinviate in questa stagione a causa del protocollo COVID. La campagna troncata di 56 partite è iniziata il 13 gennaio.

“I giocatori sentono e vedono cosa sta succedendo in campionato e non è fuori dalla norma fare una partita [postponed]”, Ha detto Tippett.” È un peccato che sia successo a noi, ma devi solo affrontarlo e andare avanti “.

#Oilers #Habs #aspettano #vedono #partita #mercoledì #dopo #rinvio #lunedì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *