Perché limitare i vaccini AstraZeneca in Canada significa bilanciare ‘rischio di vaccino vs rischio di malattia’

Visualizzazioni: 7
0 0
Tempo per leggere:8 Minuto, 1 Secondo

Questo è un estratto da Second Opinion, una raccolta settimanale di notizie sulla salute e la scienza medica inviate per e-mail abbonati ogni sabato mattina. Se non ti sei ancora iscritto, puoi farlo facendo clic Qui.


La decisione del Canada di sospendere l’uso del vaccino AstraZeneca-Oxford nei canadesi sotto i 55 anni durante una terza ondata in aumento e una lenta introduzione della vaccinazione è un rischio calcolato.

Il Comitato consultivo nazionale sull’immunizzazione (NACI) ha aggiornato la sua guida a province e territori contro l’uso del vaccino per i giovani canadesi lunedì, a seguito delle segnalazioni di coaguli di sangue rari ma potenzialmente fatali in Europa collegato allo scatto.

Health Canada afferma che i benefici del vaccino per la protezione contro COVID-19 superano ancora i potenziali rischi, con oltre 300.000 dosi del colpo somministrato e nessun caso di grave condizione di coagulazione, nota come trombocitopenia immune protrombotica indotta da vaccino (VIPIT), in Canada.

Ma la decisione di limitare l’uso di uno dei quattro vaccini approvati in un momento in cui i livelli di COVID-19 stanno aumentando di nuovo nelle province più colpite del Canada è una pillola difficile da ingoiare per alcuni.

“Può essere uno strumento molto potente quando siamo in questa fase della pandemia di cui stiamo parlando, almeno negli hotspot, il sistema sta arrivando a un punto di potenziale collasso”, ha detto la dottoressa Susy Hota, una malattia infettiva specialista presso la University Health Network e professore associato di medicina presso l’Università di Toronto.

“Ci sono esseri umani dietro quella storia, e quando sei in un ospedale in cui stai assistendo a un aumento esponenziale del numero di pazienti positivi per COVID in arrivo, e il tuo personale per aiutare a gestire questi pazienti è lo stesso gruppo di personale – allora quei numeri non tornano “.

Ma a livello individuale, gli esperti dicono che la mancanza di dati sul rischio di VIPIT per i canadesi dal vaccino AstraZeneca è preoccupante e NACI ha ragione a sbagliare sul lato della cautela per evitare di mettere a rischio vite inutilmente.

Il farmacista Abraam Rafael somministra un vaccino COVID-19 a Maureen Doyle nella sua farmacia a Toronto il 14 marzo, quando l’Ontario inizia a somministrare il vaccino AstraZeneca per COVID-19 a residenti di età compresa tra 60 e 64 anni. (Cole Burston / The Canadian Press)

Gara tra vaccini e varianti

L’Ontario ha più ricoveri in terapia intensiva che in qualsiasi altro momento della pandemia, BC ha avuto il suo numero più alto di nuovi casi in un solo giorno fino ad oggi, e il Quebec ha visto il suo picco più grande di un giorno in quasi due mesi come varianti più trasmissibili si stanno diffondendo rapidamente in tutto il Canada.

La buona notizia è che i vaccini funzionano; otto province e territori segnalati nessuna nuova morte in un solo giorno questa settimana, e la decisione di dare la priorità ai vaccini COVID-19 nell’assistenza a lungo termine ha portato a un drastico calo delle morti tra i residenti.

La cattiva notizia è che la corsa tra vaccini e varianti sta assumendo una nuova urgenza; la maggior parte dei canadesi vulnerabili è ancora non vaccinata e il la terza ondata colpisce più duramente i giovani adulti e non mostra segni di rallentamento.

“È così complicato, perché considero due cose: qual è il rischio assoluto di questo grave effetto collaterale potenzialmente correlato rispetto al rischio assoluto della malattia?” ha detto la dottoressa Lynora Saxinger, medico di malattie infettive e professore associato presso la facoltà di medicina dell’Università di Alberta a Edmonton.

“L’altra considerazione è, qual è il contraccolpo dell’opinione pubblica ai potenziali risultati di una particolare linea d’azione?”

GUARDA | AstraZeneca ora è consigliato solo per i canadesi sopra i 55 anni:

Il comitato consultivo canadese sui vaccini ha cambiato il suo consiglio e ora afferma che il vaccino AstraZeneca COVID-19 dovrebbe essere somministrato solo a persone di età pari o superiore a 55 anni a causa delle preoccupazioni che potrebbe essere collegato a un raro coagulo di sangue. 2:21

Health Canada afferma che VIPIT si verifica a una velocità di circa una persona su 100.000 vaccinata, con un tasso di mortalità di circa il 40%, sebbene siano necessarie ulteriori ricerche e tale rischio sia ridotto se trattato abbastanza precocemente. Il numero totale di persone in Europa che hanno ottenuto i rari coaguli di sangue dopo la vaccinazione è piccolo: fino a giovedì sono stati segnalati dozzine di casi rispetto ai milioni di persone che hanno ricevuto l’iniezione.

Ma soprattutto, le persone che sembrano avere un rischio elevato di rari coaguli di sangue non sono la stessa fascia di età più a rischio di COVID-19.

“Se si guarda al canadese medio di 30 o 40 anni, il rischio di ammalarsi gravemente a causa di COVID sulla base della nostra esperienza attuale è sostanzialmente inferiore”, ha affermato il dottor Andrew Morris, professore di malattie infettive presso l’Università di Toronto .

“Stai chiedendo loro, per il bene del paese, di assumersi il rischio che non avrebbero nemmeno il COVID. Allora perché dovresti dar loro un vaccino che ha maggiori probabilità di causare loro danni rispetto a COVID? senso.”

Il Canada ha avuto vicino 23.000 morti per COVID-19 nell’anno dall’inizio della pandemia, ma meno di mille di questi si sono verificati in persone sotto i 60 anni e poco più di 300 nei canadesi sotto i 50 anni.

“Cosa succede alla NACI se dicono che va tutto bene, nonostante l’esperienza europea che lo mette davvero in discussione, e poi abbiamo anche un solo morto in Canada per questo?” disse Morris. “NACI sarebbe solo assolutamente rastrellato sul carbone.”

“Rischio di vaccino contro rischio di malattia”

Il dottor David Fisman, epidemiologo presso la Dalla Lana School of Public Health dell’Università di Toronto, ha affermato che il dibattito sul fatto che la sospensione del vaccino nei giovani canadesi fosse la decisione giusta è dovuto a un errore di calcolo dei rischi per quella fascia di età.

“Penso che quello che vedi sia un filo che attraversa il rischio del vaccino contro il rischio di malattia”, ha detto.

C’è anche il rischio che i coaguli contraggano il COVID-19, ma questo è subordinato al fatto che si contragga prima la malattia e ci sono altri vaccini per proteggersi, ha detto, piuttosto che usare un vaccino legato a eventi avversi in questa fascia di età.

“L’effetto negativo qui è piuttosto devastante”, ha detto. “[VIPIT] sembra stia uccidendo circa la metà delle persone che subiscono queste conseguenze ed è altamente probabile che causi danni neurologici permanenti nei sopravvissuti “.

“Dato che si tratta di giovani che lavorano nel settore sanitario, è probabile che la vaccinazione stia procurando un danno o una morte che altrimenti non avrebbero subito”.

La dott.ssa Menaka Pai, ematologa clinica presso la McMaster University e membro del COVID-19 Science Advisory Table dell’Ontario, afferma che i rischi associati a VIPIT nei giovani adulti sono abbastanza pericolosi da giustificare l’interruzione del suo utilizzo nei minori di 55 anni.

“I coaguli che vediamo con VIPIT – sono seri. Se non ne sei a conoscenza, possono essere difficili da diagnosticare, possono essere difficili da trattare”, ha detto.

“Se sei più vecchio e probabilmente sperimenterai tutte le altre cose orribili che fa COVID, incluso ucciderti, allora la tua decisione sull’urgenza e sulla necessità di un vaccino è francamente molto diversa da qualcuno che è più giovane e probabilmente meglio in grado di resistere alle tempeste di COVID.”

GUARDA | Le persone che hanno ricevuto il vaccino AstraZeneca dovrebbero essere preoccupate?

Gli esperti di malattie infettive rispondono alle domande sul cambiamento dei consigli per il vaccino AstraZeneca COVID-19, incluso se coloro che hanno avuto un’iniezione dovrebbero essere preoccupati. 4:22

Pai afferma che i critici della decisione della NACI stanno facendo un confronto impreciso con il rischio di VIPIT e il rischio di pillole anticoncezionali, che comportano anche un aumento del rischio di coaguli di sangue.

“La realtà è che ogni anno poco meno di una donna su 3.000 avrà un coagulo di sangue sulla pillola contraccettiva orale combinata e ogni anno una su 300 donne incinte avrà un coagulo di sangue”, ha detto.

“Ma i coaguli che si ottengono su quegli ormoni sono molto diversi dai coaguli che stiamo vedendo legati al vaccino AstraZeneca”.

Raywat Deonandan, epidemiologo e professore associato presso l’Università di Ottawa, afferma che se il rischio del vaccino AstraZeneca-Oxford per i giovani canadesi può essere mitigato con un altro colpo di COVID-19, allora la decisione di interromperne l’uso ha senso.

“Non è la stessa cosa che andare in un posto come il Brasile, dove la malattia sta dilagando senza controllo”, ha detto.

“Considerando che questo è l’unico vaccino che hai a disposizione – prendilo ora o non posso garantire che sarai vivo tra un mese. È uno scenario completamente diverso.”

Ma Deonandan afferma di poter simpatizzare con i critici delle raccomandazioni della NACI di sospendere il vaccino a causa del danno che la decisione potrebbe arrecare alla percezione pubblica della sicurezza del vaccino COVID-19 in generale.

“Se salvi vite, salvi una o due vite [from VIPIT]”, ha detto.” D’altra parte, stai creando una tale sfiducia nei confronti del vaccino che potresti causare centinaia, forse migliaia di morti per le persone che non prendono il vaccino “.

“Ma dato qual è il compito della NACI, che è consigliare il modo migliore per distribuire i vaccini, hanno utilizzato le migliori prove e sono giunti alla decisione giusta per il loro mandato”.


Per leggere l’intera newsletter di Second Opinion ogni sabato mattina, iscriviti entro cliccando qui.

#Perché #limitare #vaccini #AstraZeneca #Canada #significa #bilanciare #rischio #vaccino #rischio #malattia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *