Quando una lavoratrice filippina è rimasta incinta, i suoi sogni sono stati distrutti – fino a quando non sono intervenuti 2 gentili Albertani di piccola città

Visualizzazioni: 4
0 0
Tempo per leggere:5 Minuto, 57 Secondo

Si è trovata sola in un nuovo paese, lavorando con un visto temporaneo e incinta.

Quindi, Dixie Marie Judilla dice di essere stata benedetta da uno straordinario atto di gentilezza a Claresholm, a circa 130 km a sud di Calgary.

Nel 2008, Judilla ha lasciato la sua piccola città nelle Filippine per un’altra piccola città nelle praterie canadesi. È arrivata a Claresholm durante una bufera di neve di dicembre.

Giorni dopo, stava girando Blizzard al Dairy Queen locale.

Passarono diversi anni e i soldi erano stretti. Poi, Judilla ha scoperto che sarebbe diventata mamma. Una mamma single. E stava prendendo in considerazione decisioni molto difficili.

“Perché come lavoratore straniero, non hai diritto, non hai alcun vantaggio e le tate sono costose. Quindi ho solo pianto e detto, ‘Penso che quando partorirò riporterò mio figlio a casa [to the Philippines] e lascia che i miei genitori si prendano cura di lui. E poi tornerò [to Claresholm] per guadagnare soldi ‘”, ha detto Judilla.

Ma il figlio di Judilla, Dominic – che quest’anno compie 10 anni – è riuscito a rimanere in Canada con sua madre, grazie a una coppia locale.

GUARDA | Cosa significava per Dixie Marie Judilla quando due quasi sconosciuti aiutavano suo figlio

Dixie Marie Judilla dice di essere stata benedetta da uno straordinario atto di gentilezza quando si è trovata sola, a lavorare con un visto temporaneo e incinta. 2:01

Gerd ed Elaine Schmidt erano nidificanti vuoti e si ritirarono. Gerd ha incontrato Judilla al Claresholm Dairy Queen, dove era un cliente abituale.

Mentre Gerd beveva il caffè e leggeva il giornale, spesso intava conversazioni con Judilla. Quando ha saputo dei suoi piani per rimandare il suo bambino nelle Filippine, lui ed Elaine sono intervenuti per aiutare.

Dopo che il piccolo Dominic è nato, si sono offerti di guardarlo, permettendo a Judilla di rimanere in Canada, mantenere il suo lavoro e costruire il futuro che sperava.

“Rimanendo a Claresholm, ho incontrato queste brave persone di buon cuore, canadesi che mi hanno aiutato … a prendersi cura di mio figlio gratuitamente senza nemmeno chiedere nulla in cambio”, ha detto Judilla.

Dixie Marie Judilla e suo figlio, Dominic, che ora ha 10 anni. (Inserito da Dixie Marie Judilla)

Tredici anni e molte tempeste di neve dopo, Judilla non ha intenzione di lasciare la campagna dell’Alberta. Ha ottenuto la residenza permanente canadese e ora lavora presso una struttura di assistenza a lungo termine dell’Alberta Health Services.

“Questa è la mia città. Questa è la mia casa”, ha detto.

“Nonna canadese”

Mentre la maggior parte dei nuovi arrivati ​​in Canada si stabilisce a Vancouver, Toronto, Montreal e Calgary, dove ci sono comunità di immigrati più consolidate, programmi federali come il Progetto pilota per l’immigrazione rurale e settentrionale stanno aiutando a riempire posti di lavoro fuori dalle grandi città.

Circa 25.000 immigrati sono arrivati ​​nelle piccole città (con una popolazione inferiore a 10.000 abitanti) e nelle aree rurali dell’Alberta negli ultimi dieci anni, secondo le stime di Statistics Canada.

Questa è la mia città. Questa è casa mia.– Dixie Marie Judilla, parlando di Claresholm

Secondo la maggioranza, più di 15.000 filippini sono immigrati nelle piccole comunità dell’Alberta tra il 2010 e il 2016 statistiche recenti.

Elaine Schmidt ha detto che suo marito si considerava un mentore di Judilla e si era legato a lei perché era anche lui un immigrato.

Gerd Schmidt è nato a Berlino, in Germania, e si è trasferito a Saskatchewan nel 1955, dove ha lavorato in una fattoria. Lui ed Elaine si sono sposati nel 1968 e si sono trasferiti a Claresholm negli anni ’70.

“[Gerd] non aveva nemmeno una famiglia in Canada “, ha detto Elain Schmidt.” Ha detto che quando è venuto, le persone lo hanno aiutato, quindi anche lui voleva aiutare qualcuno “.

Dixie Marie Judilla dice che Gerd Schmidt ha trattato Dominic come un nipote. (Inserito da Dixie Marie Judilla)

Il rapporto tra Judilla e gli Schmidt è durato anni, con visite, pasti e vacanze trascorse insieme.

Quando Gerd è morto nel 2017, Dixie Marie e Dominic sono stati menzionati nel suo necrologio. Anche se Elaine in seguito si è trasferita a Lethbridge per essere più vicina ai suoi figli adulti, rimane ancora in contatto con i Judilla.

Prima della pandemia, Dixie Marie avrebbe guidato da Claresholm a Lethbridge in modo che Elaine potesse far visita a Dominic.

“Gli dico sempre … sono tua nonna canadese”, ha detto.

Attraverso i Judillas, Schmidt ha detto che lei e suo marito hanno incontrato molti membri della comunità filippina a Claresholm e dintorni e hanno sviluppato relazioni felici.

Vantaggi per la vita in una piccola città

Quando Susan e Roy Hernando hanno lasciato le Filippine e sono emigrati in Canada alla fine degli anni ’90, la loro prima tappa è stata Toronto. Ma sono rimasti solo due anni prima di trasferirsi a Yellowknife, e poi in una comunità molto più piccola: Stettler, Alta.

“Non sapevo nemmeno dove fosse Stettler. Tutto quello che sapevo era che era in Alberta”, ha detto ridendo Susan, che è stata intervistata per il suo lavoro tramite Skype.

Ora è il direttore dei servizi finanziari per il consiglio scolastico di Clearview. Roy Hernando insegna Grade 5 con la Siksika First Nation, dove ha detto di essersi sempre sentito “molto accolto”.

Isaac, Rosanne, Susan, Roy e Schubert Hernando vivono a Stettler, Alta. (Inserito da Susan Hernando)

Gli Hernandos sono membri attivi della loro chiesa locale e si sono esibiti al festival musicale annuale di Stettler. Susan Hernando ha detto che le piccole città sono un ottimo posto per i nuovi arrivati ​​dove mettere radici.

“Gli stipendi sono gli stessi. Se lavori da Tim Hortons [in Stettler], è lo stesso stipendio se lavori da Tim Hortons a Calgary “, ha detto.” E il costo della vita è molto, molto, molto più economico. E ci sono molte cose gratuite. Verdure gratis in estate ea volte c’è anche carne di manzo gratis! E polli liberi [from nearby farms]! “

Gli Hernandos hanno detto che c’erano circa 40 filippini a Stettler quando sono arrivati ​​nel 2009. Oggi sono circa 150.

Susan Hernando, a destra, mentre raccoglieva mais con Edith Cole nella sua fattoria a Brownfield, Alta. Hernando dice che ogni anno Cole distribuisce verdure gratuite alla comunità filippina locale. (Inserito da Susan Hernando)

E Susan Hernando ha detto che conosce la maggior parte di loro.

“In una grande città, se vedi un filippino, sorridi ma di solito non gli parli. Ma in una piccola città … avresti subito voglia di parlare con loro.”

Susan, che è orgogliosa di essere una “sorella maggiore” per tutti i nuovi filippini in città, ha detto che le persone nella sua piccola città si sforzano di accogliere i nuovi arrivati ​​con un sorriso, un saluto amichevole e, a volte, un paio di spighe di grano.

ASCOLTA | I filippini abbracciano la vita nella piccola città dell’Alberta:

Notizie CBC Calgary8:55Q&A: i filippini abbracciano la vita nella piccola città dell’Alberta

Dixie Marie Judillo e Susan Hernando parlano con Danielle Nerman della CBC di come trovare gioia, amicizia e gentilezza nelle piccole città dell’Alberta. 8:55

#Quando #una #lavoratrice #filippina #rimasta #incinta #suoi #sogni #sono #stati #distrutti #fino #quando #sono #intervenuti #gentili #Albertani #piccola #città

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *