Scrittori da 4 continenti in su per $ 86K International Booker Prize per la narrativa

Visualizzazioni: 8
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 23 Secondo

Lo scrittore cinese Can Xue e l’autore keniota Ngugi wa Thiong’o, entrambi da lungo tempo contendenti al Premio Nobel per la letteratura, sono tra i candidati al Premio Internazionale Booker per la narrativa.

L’International Booker Prize, del valore di £ 50.000 ($ 86.633,25 Cdn), viene assegnato ogni anno a un libro tradotto in inglese e pubblicato nel Regno Unito o in Irlanda. È gestito insieme al Booker Prize per la narrativa in lingua inglese.

Può Xue’s Vivo nei bassifondi e di Ngugi The Perfect Nine: The Epic of Gikuyu and Mumbi sono tra i 13 libri in lista d’attesa quest’anno.

L’elenco annunciato martedì (30 marzo 2021) comprende opere provenienti da quattro continenti, incluso La guerra dei poveri del francese Eric Vuillard, In memoria della memoria della scrittrice russa Maria Stepanova, I pericoli del fumo a letto dall’argentina Mariana Enriquez e Dettagli minori dell’autore palestinese Adania Shibli.

Quest’anno sono stati presentati 125 libri all’esame.

La scrittrice e storica britannica Lucy Hughes-Hallett, che è a capo della giuria, ha affermato che un tema di molti libri è “la migrazione: il dolore, ma anche la fruttuosa interconnessione del mondo moderno”.

“Gli autori oltrepassano i confini, e così fanno i libri, rifiutandosi di rimanere inseriti in categorie rigidamente separate. Abbiamo letto libri che erano come biografie, come miti, come saggi, come meditazioni, come opere di storia – ognuno trasformato in un’opera di finzione dall’energia creativa dell’immaginazione dell’autore “.

Il resto della giuria è composta da scrittore e giornalista canadese etiope Aida Edemariam, La professoressa e storica britannica Olivette Otele, lo scrittore indiano britannico Neel Mukherjee e il poeta e traduttore ungherese George Szirtes.

I sei finalisti saranno rivelati il ​​22 aprile e il vincitore il 2 giugno.

La lista completa è:

  • Vivo nei bassifondi di Can Xue, tradotto dal cinese da Karen Gernant e Chen Zeping
  • Di notte tutto il sangue è nero di David Diop, tradotto dal francese da Anna Mocschovakis
  • Il campo di pere di Nana Ekvtimishvili, tradotto dal georgiano da Elizabeth Heighway
  • I pericoli del fumo a letto di Mariana Enríquez, tradotto dallo spagnolo da Megan McDowell
  • Quando smettiamo di capire il mondo di Benjamín Labatut, tradotto dallo spagnolo da Adrian Nathan West
  • The Perfect Nine: The Epic Gikuyu e Mumbi di Ngũgĩ wa Thiong’o, tradotto da Gikuyu dall’autore
  • Gli impiegati di Olga Ravn, tradotto dal danese da Martin Aitken
  • Fratello estivo di Jaap Robben, tradotto dall’olandese da David Doherty
  • Un inventario delle perdite di Judith Schalansky, tradotto dal tedesco da Jackie Smith
  • Dettagli minori di Adania Shibli, tradotto dall’arabo da Elisabeth Jaquette
  • In memoria della memoria di Maria Stepanova, tradotto dal russo da Sasha Dugdale
  • Miseria di Andrzej Tichý, tradotto dallo svedese da Nichola Smalley
  • La guerra dei poveri di Éric Vuillard, tradotto dal francese da Mark Polizzotti

Con file da CBC Books.

#Scrittori #continenti #86K #International #Booker #Prize #narrativa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *