StatsCan afferma di essere pronto a condurre il censimento nonostante la recrudescenza della pandemia

Visualizzazioni: 2
0 0
Tempo per leggere:3 Minuto, 46 Secondo

L’agenzia nazionale di statistica canadese afferma di essere pronta a condurre il censimento del 2021 il mese prossimo, nonostante le preoccupazioni per il corso della pandemia COVID-19 nei prossimi mesi.

Il direttore generale del censimento Geoff Bowlby ha dichiarato a CBC News che il fatto che diverse province stanno rafforzando le restrizioni alla salute pubblica in risposta all’aumento del numero di casi COVID-19 non cambierà l’approccio di Statistics Canada.

“Abbiamo pianificato per questa realtà. Abbiamo programmato fin dall’inizio di operare entro i confini di una pandemia … prima che le vaccinazioni fossero diffuse e prima che la pandemia avesse voltato le spalle”, ha detto Bowlby.

“Ecco perché abbiamo i protocolli di sicurezza in atto – niente visite all’interno della casa, maschere, limitare il numero di visite alla porta facendo un uso maggiore di Internet, facendo un uso maggiore di … telefonate”.

L’agenzia dice di avere un piano in atto per a censimento “contactless” tutelare la salute e la sicurezza sia del personale addetto al censimento che dei partecipanti. Tutto il personale che raccoglie le informazioni del censimento di persona è tenuto a seguire le indicazioni di salute pubblica pertinenti osservando le distanze fisiche, rimanendo all’aperto e utilizzando dispositivi di protezione individuale.

Il Census Day è l’11 maggio

A partire dal 3 maggio, i canadesi riceveranno per posta da Statistics Canada i documenti contenenti le istruzioni su come compilare i questionari in formato lungo e breve. L’agenzia ha detto che si aspetta che nove famiglie su 10 completino il censimento online o per telefono, la stessa percentuale del 2016.

Il restante 10% verrà prima contattato telefonicamente per ricordare loro di compilare i moduli. Coloro che non riescono a completare il sondaggio dopo essere stati contattati per telefono potrebbero ricevere una visita di persona da un enumeratore del censimento a partire dalla fine di maggio o giugno. Quell’enumeratore sarà tenuto a rigorose istruzioni di indossare una maschera, di stare a due metri di distanza e di condurre interviste solo all’esterno.

“I nostri addetti alla salute e alla sicurezza che lavorano con le autorità sanitarie pubbliche dicono che questo è ancora il modo più sicuro”, ha detto Bowlby.

Il censimento raccoglie informazioni demografiche sulla popolazione canadese. I dati vengono quindi utilizzati da governi, imprese, associazioni, organizzazioni comunitarie e altri per la ricerca e per prendere decisioni basate su prove a livello comunale, provinciale e federale.

Il giorno del censimento è l’11 maggio di quest’anno.

Una strada ghiacciata invernale nel 2015 vicino a Shoal Lake, Manitoba. Statistics Canada afferma che invierà più censori che mai per sondare le persone nelle comunità indigene del Canada settentrionale. (John Woods / The Canadian Press)

Statistics Canada ha già assunto 900 supervisori e prevede di portare circa 31.000 membri del personale sul campo per andare porta a porta.

L’agenzia ha detto che assumerà un numero record di enumeratori locali per esaminare le persone nelle comunità indigene nel Canada settentrionale.

Preoccupazioni per il basso tasso di risposta

Bowlby ha detto che teme che le circostanze uniche della pandemia possano portare a un basso tasso di risposta. Ha affermato che l’obiettivo è quello di eguagliare il tasso di risposta del 2016 del 98,3% e che qualcosa di meno del 98% potrebbe compromettere la qualità dei dati.

“Abbiamo modi per compensare ciò mentre elaboriamo i dati … Ma c’è un limite a quelle tecniche e dobbiamo assicurarci che quei dati siano di alta qualità”, ha detto Bowlby.

“I dati del censimento sono così importanti da essere utilizzati per importanti trasferimenti finanziari tra il governo federale e le amministrazioni provinciali e territoriali. Vengono utilizzati ora per le campagne di vaccinazione, in modo che sappiamo dove inviare i vaccini e come possiamo monitorare il successo del programma di vaccinazione “.

Per la prima volta, il censimento di quest’anno include domande per contare i canadesi transgender, i veterani, il personale militare attivo, le persone che hanno diritti linguistici minoritari, gli Inuit iscritti alle rivendicazioni di terre e i membri dei gruppi Métis. Comprende anche nuove domande volte ad apprendere come le persone si recano al lavoro utilizzando i mezzi pubblici e perché i canadesi lavorano part-time o stagionalmente.

Bowlby ha affermato che alcuni dei dati raccolti quest’anno forniranno un’indicazione di come la pandemia abbia rimodellato la società e trasformato il comportamento individuale.

“Tutte queste informazioni forniranno un ritratto davvero ricco del Canada quando lo pubblicheremo nel febbraio del 2022, quando usciranno le prime stime del censimento”, ha detto Bowlby.

“Ci saranno più dati disponibili per i canadesi che mai”.

#StatsCan #afferma #essere #pronto #condurre #censimento #nonostante #recrudescenza #della #pandemia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *