Ti senti come se stessi pulendo sempre durante la pandemia, ma la tua casa è ancora un disastro? Non sei solo

Visualizzazioni: 6
0 0
Tempo per leggere:5 Minuto, 54 Secondo

Qualcuno alle prese con i lavori domestici durante COVID-19? Altri piatti, certo. Ma perché la casa è più disordinata? Non dovrebbe esserci meno bucato poiché i guardaroba si restringono a pantaloni della tuta e leggings?

Quando la pandemia è stata dichiarata nel marzo 2020, abbiamo improvvisamente iniziato a trascorrere molto più tempo nelle nostre case. Ma non siamo diventate tutte casalinghe perfette.

Famiglie, imprenditori, esperti del settore e accademici hanno parlato con CBC del motivo per cui COVID-19 sembra essersi tradotto in più lavoro sul fronte interno.

Mante Molepo è avvocato e consulente antirazzista, nonché moglie e madre di due bambini in età scolare.

Mante Molepo dice che le faccende domestiche durante COVID-19 a volte prendono un posto in secondo piano rispetto a tutte le sue altre responsabilità. (Con il permesso di Mante Molepo / Twitter)

Per nove mesi durante la pandemia, i suoi figli hanno seguito lezioni online e tutte e quattro le persone della sua famiglia sono rimaste a casa tutto il giorno. Allo stesso tempo, Molepo stava facendo decollare la sua nuova attività di consulenza.

“Invece di avere quel tempo per piegare il bucato, devo finire questo rapporto del cliente … e poi si accumula”, ha detto.

“Generalmente non siamo una famiglia disordinata, ma la nostra casa era decisamente disordinata”, ha detto Malepo, che ha usato la cucina come ufficio e ha utilizzato un filtro di sfocatura dello sfondo sulla sua app Zoom per nascondere il disordine.

“Spero di fare molto questo fine settimana e recuperare il … caos caldo di casa mia.”

Bloccato sulla scena della sporcizia

Questa sensazione di non avere mai abbastanza tempo per occuparsi delle faccende domestiche è familiare ad Anita Grace, una ricercatrice post-dottorato alla Carleton University.

Studia l’equilibrio tra lavoro e vita privata e come sono cambiate le percezioni sui lavori domestici durante COVID-19. E come madre lavoratrice di due figli, è un esempio vivente della sua ricerca su come le persone con lavoro e figli stanno affrontando la pandemia.

Anita Grace è una ricercatrice post-dottorato presso la Carleton University che studia le percezioni delle persone sull’equilibrio tra lavoro e vita privata durante la pandemia. (Fornito da Anita Grace)

Molti dei suoi partecipanti allo studio si lamentano dei lavori domestici. “Una persona ha detto: ‘Come ci sono così tanti piatti? Non smetto mai di lavare i piatti.’ ”

Secondo Grace, le persone direbbero che volevano “qualcuno che pulisse la mia casa, qualcuno che lavasse i miei piatti, qualcuno che pulisse la mia cucina. Che il bucato è opprimente”.

“C’era solo questo senso di faccende senza fine”, ha detto, e non c’era modo di allontanarsi dalla scena del sudiciume. “Non puoi scappare. Non puoi andartene. È solo lì in faccia.

“A volte, vedere quel cesto della biancheria è solo … ugh.”

Parte del lavoro di Grace consiste nel guardare chi fa cosa in casa e ha seguito 70 partecipanti allo studio dall’inizio della pandemia.

“Gli uomini percepiscono che stanno facendo il 50% dei lavori domestici, mentre le donne percepiscono che stanno facendo il 70%. Quindi ti lascio interpretare”.

Cameron Banville, 22 anni, ha identificato la necessità di pulire i bong e ha lanciato il suo servizio mobile di pulizia dei bong quattro mesi dopo l’inizio della pandemia. (Fornito da Cameron Banville)

Le aziende eliminano il lavoro sporco

Per alcuni imprenditori, tutto questo disordine ispirato a COVID fa bene agli affari.

Cameron Banville ha avviato The Bong Cleaners, la sua attività di pulizia di bong mobili nel luglio 2020.

“I bong della gente si sono sporcati durante l’inverno”, ha detto. “È decisamente tempo per le pulizie di primavera.”

Il 22enne studente di gestione aziendale e imprenditorialità dell’Algonquin College ha lanciato l’attività dopo aver imparato a pulire i propri bong.

“Ho sempre trovato molto terapeutico pulirli. È arrivato al punto in cui i miei amici hanno capito e mi hanno chiesto di pulire i loro pezzi per loro”.

Fa pagare $ 15 per bong e si rivolge a persone a cui piace fumare, ma trovano che pulire le loro attrezzature sia un lavoro “sporco e sgradevole”. Quando trasforma i loro bong anneriti in vetri scintillanti “, la gente dice:” Wow, è pazzesco “. “

Banville ha sempre amato pulire, dai dettagli delle auto alla pulizia della friggitrice quando era un cuoco di linea. “È solo la soddisfazione di vedere il prima e il dopo.”

Pulizia del servizio di pulizia

Stephanie Applejohn, la proprietaria del servizio di pulizie professionali Merry Maids Ottawa, dice che gli affari all’inizio hanno subito un rallentamento durante la pandemia, ma da allora si sono ripresi.

Stephanie Applejohn, proprietaria di Merry Maids Ottawa, dice che le persone sembrano stanche di essere bloccate all’interno. (Fornito da Stephanie Applejohn)

“La gente lavorava da casa”, ha detto. “Avevano i loro figli a casa a fare apprendimento virtuale e avevano bisogno di un po ‘più di TLC del normale”.

Alcuni dei suoi clienti hanno lavorato più ore a casa rispetto a quando erano in ufficio.

“Non vogliono più guardare quei quattro muri”, ha detto Applejohn. “Vogliono stare fuori a prendere una boccata d’aria fresca. Ecco perché ci chiamano.”

Prima di COVID-19, Applejohn ha detto di avere circa 150 clienti. L’azienda sta ora pulendo circa 175 case.

Robin Milhausen, professore di relazioni familiari presso l’Università di Guelph, sta studiando come 1.000 uomini e donne stanno affrontando l’equilibrio tra lavoro e vita privata durante COVID-19, compreso lo stress dei lavori domestici, mentre si destreggiano tra lavoro e bambini.

“Le sfide della pandemia non sono equamente distribuite tra tutte le famiglie”, ha detto Milhausen, che riconosce anche il proprio privilegio come parte di una famiglia con due genitori e doppio reddito.

“Ci sono alcune sfide davvero grandi per le famiglie in cui hanno perso il lavoro … o che hanno subito malattie”.

Robin Milhausen, professore di relazioni familiari dell’Università di Guelph, sta studiando come le persone affrontano i lavori domestici e la cura dei bambini durante la pandemia. (Fornito da Robin Milhausen / University of Guelph)

Diversi punti di stress

Come Grace, Milhausen ha studiato come le persone percepiscono la distribuzione dei lavori domestici e dell’assistenza all’infanzia dall’inizio della pandemia. Dice che le donne stanno ancora facendo di più in casa, pandemia o no, ma ci sono pepite illuminanti nei dettagli.

“Gli uomini erano più propensi delle donne a dire che stavano facendo di più”, ha detto Milhausen. “Ma le donne erano più propense a dire che stavano facendo molto di più i lavori domestici e molto di più la cura dei bambini”.

Un’altra rivelazione è stata che gli uomini che hanno detto che stavano facendo molto di più la cura dei bambini e le faccende domestiche avevano maggiori probabilità di riferire elevate quantità di stress.

“È un grande cambiamento per loro, e li ha portati a sentirsi al massimo livello di stress”, ha detto Milhausen.

È interessante notare che le donne non hanno segnalato tanto stress con l’aggiunta di assistenza all’infanzia durante la pandemia. Ma ha detto che hanno sudato i lavori domestici aggiunti.

“Sono le faccende domestiche che spingono le donne nella zona di pericolo per lo stress”.

#senti #stessi #pulendo #sempre #durante #pandemia #tua #casa #ancora #disastro #sei #solo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *