Trudeau dice che le relazioni Canada-Stati Uniti devono ricostruire. Quanto è andata male con Trump?

Visualizzazioni: 15
0 0
Tempo per leggere:8 Minuto, 43 Secondo

Quando Justin Trudeau ha incontrato virtualmente il presidente degli Stati Uniti Joe Biden questa settimana, il primo ministro ha suggerito che le relazioni tra i due paesi avevano subito un duro colpo durante l’amministrazione di Donald Trump, sottolineando che “c’è molto da ricostruire”.

Le tensioni sul commercio sono culminate in battaglie tariffarie durante il mandato di Trump alla Casa Bianca, e il suo uso di Twitter per far esplodere il primo ministro ha sicuramente messo a dura prova la loro relazione.

Tuttavia, nonostante il rapporto spesso teso tra Trudeau e Trump, sono stati ancora conclusi accordi difficili, compreso un accordo NAFTA rinnovato, mentre i paesi hanno continuato a cooperare su questioni di vecchia data.

“Il rapporto tra gli Stati Uniti è così profondo e così ampio che non è possibile caratterizzarlo semplicemente in termini di se un singolo presidente e un primo ministro vanno d’accordo o meno”, ha affermato David MacNaughton, ambasciatore del Canada negli Stati Uniti dal 2016 al 2019 .

“Detto questo, penso che sia di enorme valore se lo fanno”, ha detto. “Ci sono momenti in cui avere quel tipo di stretto rapporto personale può fare la differenza. Quindi penso che sia desiderabile, ma non essenziale”.

Eppure MacNaughton ha detto che la realtà è che il Canada e gli Stati Uniti hanno continuato ad avere un rapporto costruttivo sui file significativi.

David MacNaughton è stato ambasciatore del Canada negli Stati Uniti dal 2016 al 2019. (Graham Hughes / The Canadian Press)

Ad esempio, le relazioni militari e di intelligence tra i due paesi hanno continuato a essere molto forti, ha affermato.

Mentre i negoziati per il nuovo accordo NAFTA – l’accordo Canada-USA-Messico (CUSMA) – erano duri, un accordo era ancora sbrigato, ha detto MacNaughton.

“E francamente, non sono sicuro che se stessimo rinegoziando il NAFTA oggi, avremmo un tempo più facile con [the Biden administration]. “

Inoltre, figure chiave dell’amministrazione di Donald Trump sono state in grado di stringere forti relazioni con il Canada e i membri del team di Trudeau. Sonny Perdue, il segretario dell’agricoltura degli Stati Uniti era un “grande amico”, mentre l’ex segretario al tesoro Steven Mnuchin e l’ex ministro delle finanze Bill Morneau “andavano molto d’accordo”, ha detto MacNaughton.

Governatori e premier

E come ha raccontato Aaron Wherry della CBC nel suo libro Promessa e pericolo: Justin Trudeau al potere, Il capo dello staff di Trudeau, Katie Telford, ha costruito un rapporto con il genero di Trump, Jared Kushner, che era anche un consigliere senior del presidente.

Persino il controverso capo stratega di Trump, Steve Bannon, aveva affermato di aver sviluppato un buon rapporto con Gerald Butts di Trudeau, il principale segretario di Trudeau dal 2015 al 2019.

Poi ci sono le relazioni in corso Canada / Stati Uniti tra governatori e premier, ha detto MacNaughton. Su base regolare, i premier dell’Atlantico, dell’Ovest e dei Grandi Laghi si riuniscono con le loro controparti del governatore del New England, dei Grandi Laghi e dell’Ovest.

Si dice che Steven Mnuchin, a destra, segretario al tesoro nell’amministrazione Trump, e Bill Morneau, che è stato ministro delle finanze canadese dal 2015 al 2020, abbiano avuto un buon rapporto nonostante le tensioni tra Trump e Trudeau. (Pablo Martinez Monsivais / The Associated Press)

Inoltre, ci sono rapporti bilaterali tra sindaco, affari e sindacati, ha detto.

“Quindi, dire che la relazione è stata interrotta significa porre troppa enfasi sul MO di Donald Trump”

Chris Sands, direttore del Canada Institute del Wilson Center con sede a Washington, ha detto che molte delle relazioni tra Canada e Stati Uniti sono gestite da burocrati sconosciuti che hanno continuato a lavorare dietro le quinte e “facevano cose importanti”.

Il fatto che il Canada sia stato in grado di fare un accordo per mantenere il confine limitato ma non chiuso a seguito della pandemia COVID-19 è stata una testimonianza della cooperazione e della fiducia che abbiamo [for] i canadesi “, ha detto.

“Sa come fare le cose”

“Non voglio dire che sia stato magico, ma è stato davvero bello ed è stato un segno di una relazione che sa come fare le cose”, ha detto Sands.

“C’erano un sacco di cose che non erano divertenti, ma sono state fatte nell’era Trump e lo stanno ancora facendo ora”.

Tuttavia, le relazioni “sono andate piuttosto male” poiché “la fiducia è stata erosa negli ultimi quattro anni, in particolare da parte canadese verso gli Stati Uniti”, ha detto l’ex diplomatico americano Scotty Greenwood, che ha trascorso quattro anni come capo del personale dell’ambasciata degli Stati Uniti in Canada.

“Penso che il rapporto abbia sofferto. Penso che il rapporto tra i leader sia importante, ” lei disse. “Anche se c’è una certa inevitabilità delle relazioni Canada / Stati Uniti, ci sono ancora momenti in cui si traggono davvero vantaggio da un buon rapporto di lavoro al vertice per risolvere questioni spinose o per creare grandi opportunità”.

Alcune delle tensioni tra Trump e Trudeau sembravano essere innescate dall’ira di Trump per gli accordi commerciali Canada / Stati Uniti e da quello che vedeva come il Canada avesse un vantaggio commerciale ingiusto. (Sean Kilpatrick / The Canadian Press)

Su quel fronte, i rapporti ai vertici sono stati a tratti tumultuosi con il presidente.

E in parte, almeno, sembrava essere stato innescato dall’ira di Trump per gli accordi commerciali tra Canada e Stati Uniti e da quello che vedeva come il Canada avesse un vantaggio commerciale ingiusto.

Nel 2017, Trump ha definito il Canada una “disgrazia” per le politiche che secondo lui danneggiano gli agricoltori americani e un anno dopo avrebbe twittato che “Amo il Canada ma hanno approfittato del nostro paese per molti anni!”

Ciò che alla fine è seguito è stata la tesa rinegoziazione di NATFA. Ma prima, Trump nel giugno 2018, nei giorni precedenti al vertice dei leader del G7 a La Malbaie, Que., Ha schiaffeggiato i dazi sulle importazioni canadesi di acciaio e alluminio.

Ciò ha provocato una chiamata, secondo quanto riferito, tesa tra Trudeau e Trump sulle tariffe. Secondo quanto riferito, a un certo punto Trump ha chiesto: “Ragazzi, non avete bruciato la Casa Bianca? “ – un riferimento alla guerra del 1812.

‘Disonesto e debole’

La retorica si è fatta più accesa dopo il vertice, quando Trump ha saputo che Trudeau aveva detto che le tariffe erano offensive e che il Canada non sarebbe stato respinto. Portando su Twitter, Trump ha ribattuto che il primo ministro era “molto disonesto e debole”.

Più tardi, il consigliere commerciale di Trump, Peter Navarro, ha osservato che c’era “un posto speciale all’inferno” per Trudeau, mentre il principale consigliere economico di Trump, Larry Kudlow, ha detto che Trudeau ci aveva “pugnalato alle spalle”.

Tale livello di vetriolo diplomatico ha spinto l’ex primo ministro Brian Mulroney per osservare non aveva “mai visto un linguaggio come questo. Tanto meno dai subordinati del presidente diretti al primo ministro del loro più grande amico e alleato”.

GUARDA | Trudeau sorpreso a lamentarsi del ritardo di Trump:

Il premier Justin Trudeau, il francese Emmanuel Macron, il premier britannico Boris Johnson e altri VIP hanno condiviso alcune parole a un ricevimento a Buckingham Palace martedì – e sembravano parlare delle lunghe conferenze stampa improvvisate del presidente degli Stati Uniti Donald Trump all’inizio della giornata. 0:25

Un anno dopo, tuttavia, ci fu un’altra fiammata. Durante un ricevimento al vertice della NATO a Buckingham Palace a Londra, Trudeau è stato ripreso in video mentre si lamentava con il primo ministro britannico Boris Johnson e il presidente francese Emmanuel Macron che Trump era in ritardo perché “prende una conferenza stampa di 40 minuti dal vertice”.

Trump avrebbe poi risposto che mentre Trudeau era “un ragazzo molto gentile”, è “bifronte” ed era solo sconvolto per aver sfidato il primo ministro a dare un contributo finanziario maggiore alla NATO.

GUARDA | Trump risponde a Trudeau:

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump afferma che il primo ministro Justin Trudeau lo ha ridicolizzato ieri sera perché era sconvolto dal fatto che Trump lo avesse chiamato fuori per la bassa spesa della NATO. 0:41

Alcune settimane dopo, Trump avrebbe preso un’altra possibilità a Trudeau quando ha imparato il suo cammeo nel film A casa da solo 2: Lost In New York era stato eliminato dalla trasmissione della CBC. (La CBC ha detto di aver tagliato la scena prima che Trump diventasse presidente e l’ha fatto per far posto agli spot pubblicitari.)

“Immagino che a Justin T non piaccia molto che io gli faccia pagare la NATO o il commercio!” Trump ha twittato.

Pausa di 21 secondi

La relazione sarebbe tornata di nuovo a fuoco nel giugno 2020, quando Trudeau ha fatto notizia per la sua pausa di 21 secondi dopo essere stato interrogato sulla minaccia di Trump di usare la forza militare contro i manifestanti negli Stati Uniti.

GUARDA | 21 secondi di pausa di Trudeau:

Alla domanda sul presidente degli Stati Uniti Donald Trump che minaccia l’uso della forza militare contro i manifestanti negli Stati Uniti, il primo ministro Justin Trudeau si è fermato per 21 secondi prima di dire “tutti guardiamo con orrore e costernazione”. Non ha commentato Trump. 2:59

Le relazioni sarebbero state testate pochi mesi dopo, quando Trump ha di nuovo schiaffeggiato una tariffa sull’alluminio canadese, solo per fare marcia indietro dopo che il Canada avrebbe dovuto imporre misure di ritorsione.

Eppure, nonostante queste tensioni, Trudeau è stato ancora in grado di elaborare e mantenere una relazione con Trump, ha affermato l’ex diplomatico canadese Colin Robertson.

“È stato difficile, ma ogni leader occidentale aveva rapporti difficili con il signor Trump”.

Robertson ha detto che mentre altri leader occidentali si sono arresi, Trudeau ha continuato a provare.

Rapporto più importante

“Doveva perché è il nostro rapporto più importante”, ha detto Robertson. “L’unico rapporto che il nostro primo ministro deve avere se è il rapporto con gli Stati Uniti”.

Greenwood, l’ex diplomatico, ha detto con una svolta ironica, le minacce di Trump di distruggere il NAFTA e la sua interruzione del sistema hanno reso gli Stati Uniti molto più consapevoli dell’importanza del Canada.

“Quello che è successo è stata che la consapevolezza del rapporto economico tra gli Stati Uniti è forse ai massimi storici al Congresso, ” lei disse.

Greenwood, tuttavia, si è chiesto se la nuova amministrazione statunitense sarà in grado di costruire da questa nuova consapevolezza.

“Mi sembra che la domanda sia come farà il primo ministro, il presidente, a cogliere il tipo di consapevolezza che ora esiste negli Stati Uniti … dove i responsabili politici apprezzano più che mai la nostra interconnessione con il Canada”.

#Trudeau #dice #che #relazioni #CanadaStati #Uniti #devono #ricostruire #Quanto #andata #male #con #Trump

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *