Tutte le grandi banche canadesi hanno superato le aspettative nei risultati trimestrali

Visualizzazioni: 17
0 0
Tempo per leggere:4 Minuto, 12 Secondo

La Toronto-Dominion Bank e la Canadian Imperial Bank of Commerce hanno chiuso giovedì i risultati trimestrali, unendosi ai principali rivali nel battere le aspettative, grazie a accantonamenti molto più bassi per le perdite sui prestiti e la forza commerciale anche se le loro attività di vendita al dettaglio hanno registrato una crescita moderata o un calo.

Tutte e sei le principali banche hanno superato i livelli di profitto pre-pandemia nel primo trimestre poiché un aumento dei prestiti inaciditi finora non si è concretizzato, ma i dirigenti hanno avvertito che un aumento è ancora nelle carte in mezzo alle continue incertezze e al termine dei programmi di assistenza governativa .

“Ci sono alcuni segnali positivi con le aspettative sui vaccini, ma dobbiamo essere vigili su una possibile terza ondata” della pandemia, ha detto in un’intervista Riaz Ahmed, chief financial officer di TD, il secondo più grande prestatore del Canada.

Ma la banca, che ha quasi 9 miliardi di dollari di riserve per coprire le perdite sui prestiti, è soddisfatta del suo livello di copertura per le perdite future, ha aggiunto.

CIBC ha riportato profitti più elevati in tutte le sue attività, ha superato le aspettative del primo trimestre insieme a tutte le altre grandi banche canadesi. (Sam Nar / CBC)

TD ha registrato un calo del 13% nelle sue attività al dettaglio negli Stati Uniti, mentre la crescita nella sua unità bancaria canadese è stata trainata in gran parte dalle sue attività patrimoniali, che hanno anche contribuito a sollevare gli utili degli altri istituti di credito.

Oltre ai margini sotto pressione, alla crescita anemica dei prestiti e alle maggiori spese negli affari statunitensi di TD, “i forti contributi precedentemente ricevuti da Ameritrade sono diminuiti sotto i nuovi guadagni precedentemente annunciati da Schwab”, ha detto in una nota l’analista di Barclays John Aiken.

CIBC ha registrato un profitto più elevato in tutte le sue attività, con la forza nei mercati dei capitali, e il recupero di $ 89 milioni di accantonamenti su prestiti in bonis che compensano la debole crescita della sua unità bancaria canadese.

TD ha riportato un utile netto rettificato di $ 1,83 per azione, nei tre mesi fino al 31 gennaio, contro le aspettative degli analisti di $ 1,49 per azione. CIBC ha registrato un aumento del reddito rettificato a 3,58 dollari per azione, rispetto alle stime di 2,81 dollari per azione.

Il capo della RBC è ottimista

Mercoledì, l’amministratore delegato della Royal Bank of Canada David McKay ha espresso ottimismo.

“Mentre ci avviciniamo a un anno dall’inizio della pandemia globale, siamo incoraggiati sia dal numero che dall’efficacia dei vaccini”, ha detto McKay agli analisti in una teleconferenza.

“Questo – oltre alla significativa domanda repressa, alle crescenti prospettive di ulteriori programmi di stimolo, alle aspettative di un graduale allentamento delle misure di blocco e alla promessa di continui tassi di interesse bassi – per sostenere la ripresa economica sostenuta”.

Martedì una persona esce dalla Royal Bank of Canada (RBC) nel centro di Toronto. (Sam Nar / CBC)

I dirigenti hanno inoltre indicato i mutui e i mercati azionari come fattori che hanno rafforzato le prospettive e i profitti della banca.

“Anche l’attività immobiliare canadese rimane elevata”, ha detto McKay, indicando un aumento dei permessi di costruzione. “Ci aspettiamo una mancanza di offerta, tassi di interesse bassi, tassi di risparmio elevati, lavoro continuato da casa e una potenziale ripresa dell’immigrazione per sostenere la domanda continua”.

Nel frattempo, il direttore finanziario Rod Bolger ha affermato che gli investimenti diretti di RBC hanno visto i volumi di scambio medi da parte dei singoli investitori aumentare del 200% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso e che i conti personali di chequing sono cresciuti di oltre il 30%.

Prestiti automatici in calo drasticamente

Ma Bolger ha notato che la pandemia ha reso più difficile la crescita delle attività commerciali e delle carte di credito di RBC. Neil McLaughlin, capo della banca personale e commerciale, ha anche affermato che il prestito auto è diminuito drasticamente lo scorso anno.

“I viaggi sono la nostra categoria principale e non vediamo i consumatori spendere lì”, ha aggiunto McLaughlin. “Stanno ripagando i debiti”.

McLaughlin ha affermato che, sebbene i saldi inferiori delle carte di credito rappresentassero sfide reali per l’azienda, si aspetta che la spesa riprenda.

“Penso che quando l’economia si aprirà e gli imprenditori acquisiranno fiducia, inizierai a vedere il ritorno dei prestiti commerciali, si spera nella parte posteriore dell’anno”, ha aggiunto McLaughlin.

Anche la National Bank of Canada ha superato le aspettative mercoledì, poiché ha riferito che l’utile del primo trimestre è aumentato di oltre il 20% rispetto a un anno fa, sostenuto dalla crescita di tutta la sua attività.

Martedì, Bank of Montreal e Scotiabank hanno dato il via a una settimana di risultati rosei.

Entrambe le banche hanno affermato che le riprese economiche guidate dall’introduzione dei vaccini contro il coronavirus aumenteranno le prestazioni nel corso dell’anno, sebbene i dirigenti della BMO abbiano anche affermato che i clienti statunitensi stanno beneficiando di un’implementazione più rapida del vaccino rispetto al Canada.

#Tutte #grandi #banche #canadesi #hanno #superato #aspettative #nei #risultati #trimestrali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *