Tutti i 32 membri dell’equipaggio sono ora salvati da un peschereccio in pericolo al largo della costa della Nuova Scozia

Visualizzazioni: 28
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 48 Secondo

L’intero equipaggio di 32 membri dell’Atlantic Destiny è stato evacuato dal peschereccio, che ha iniziato a prendere acqua a seguito di un incendio martedì notte in mare mosso e vento forte a circa 200 chilometri al largo della costa della Nuova Scozia, secondo la compagnia che possiede la nave.

“È stato un enorme sollievo per tutti noi. Siamo stati in contatto per tutta la notte e siamo davvero preoccupati per l’equipaggio a bordo e per assicurarci che tornassero a casa sani e salvi”, ha detto a CBC Martin Sullivan, CEO di Ocean Choice International Informazioni Mattina Mercoledì.

L’Atlantic Destiny ha avuto problemi dopo che un incendio è scoppiato intorno alle 20:00 di martedì, forse nella sala macchine, ha detto Sullivan. Il fuoco ha interrotto la potenza della nave e poi la nave ha iniziato a prendere acqua.

La nave con scaloppina lunga 43 metri si trovava a circa 220 km al largo della costa di Yarmouth, NS vento forte e mare alto da sei a otto metri hanno complicato il salvataggio.

Ma Sullivan ha detto che 28 membri dell’equipaggio sono stati portati via dalla nave da elicotteri di salvataggio canadesi e americani.

Sullivan ha definito il salvataggio “incredibile” e una testimonianza del duro lavoro delle squadre di soccorso presso il Joint Rescue Co-ordination Center, un’organizzazione di ricerca e soccorso del governo federale.

Le guardie costiere canadesi e statunitensi, così come diversi pescherecci d’altura, tra cui Cape LaHave, Maude Adams, Atlantic Preserver e Atlantic Protector, sono venuti in aiuto dell’equipaggio, secondo un comunicato stampa di Ocean Choice.

4 membri dell’equipaggio sono rimasti indietro

Il capitano dell’Atlantic Destiny e tre membri dell’equipaggio rimasero a bordo, insieme a due tecnici di ricerca e soccorso. Sono riusciti a ripristinare la corrente e hanno iniziato a pompare acqua dall’Atlantic Destiny. Ma alla fine quegli sforzi furono inefficaci.

“Sappiamo che stava assumendo acqua e stavano cercando di tenerla al passo con le pompe, ma alla fine hanno dovuto abbandonare … non siamo sicuri dello stato attuale”, ha detto Sullivan.

Intorno alle 8 del mattino di mercoledì, tutti hanno lasciato l’Atlantic Destiny e sono saliti a bordo della nave della Guardia Costiera canadese Cape Roger.

Il resto dell’equipaggio è stato portato a Yarmouth, dove ha ricevuto cure mediche, cibo e alloggio. Non sembra che qualcuno sia stato gravemente ferito.

Nave ancora a galla

L’Atlantic Destiny è attualmente ancora a galla ed è monitorato. Sullivan non era sicuro di quanti danni avesse subito la nave.

L’azienda vorrebbe recuperare la nave, ma Sullivan non sa se sarà possibile. Ha detto che dovrebbe avere un’idea migliore di quello che accadrà con la nave nei prossimi giorni.

Non è ancora chiaro cosa abbia causato l’incendio, ma sarà indagato, ha detto Sullivan.

“Siamo così felici che tutti siano al sicuro”, ha detto.

Non è la prima volta che la nave ha problemi. Nel marzo 2017, l’Atlantic Destiny ha subito un guasto catastrofico al motore che ha causato la perdita di potenza della nave.

Un anno dopo, un rapporto del Transportation Safety Board ha attribuito il guasto a una combinazione di lacune di manutenzione, un meccanismo di arresto di emergenza rotto e le azioni di un membro dell’equipaggio inesperto.

L’Atlantic Destiny ha sede a Riverport, NS, ed è una delle sei navi da pesca d’altura di Ocean Choice.

ALTRE STORIE PRINCIPALI

#Tutti #membri #dellequipaggio #sono #ora #salvati #peschereccio #pericolo #largo #della #costa #della #Nuova #Scozia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *