Un medico pioniere ha parlato a favore della riforma dell’assistenza agli anziani fino alla sua morte assistita dal punto di vista medico all’età di 98 anni

Visualizzazioni: 12
0 0
Tempo per leggere:5 Minuto, 3 Secondo

Poche ore prima della sua morte programmata, il dottor Ronald Bayne si è trascinato dalla sua camera da letto al suo soggiorno a Victoria usando un deambulatore, ogni passo pieno di dolore, per rivelare di più sulla sua passione di lunga data per i diritti degli anziani e la riforma dell’assistenza.

A 98 anni e di fronte a un cancro terminale, Bayne – uno dei primi geriatri canadesi – è rimasto sconvolto dalle condizioni nelle case di cura a lungo termine. Come medico, professore e difensore degli anziani, era qualcosa contro cui si era espresso per decenni.

In effetti, Bayne ha scelto di porre fine alla sua vita piuttosto che trascorrere i mesi rimanenti vivo in una struttura di assistenza a lungo termine.

“Non andrò in cure a lungo termine”, ha detto categoricamente in un’intervista con CBC News a casa sua giovedì, il giorno prima di morire.

Alla vigilia della sua morte, Bayne ha parlato di come COVID-19 ha messo a nudo i gravi difetti che rimangono nel sistema di assistenza, riferendosi alla pandemia come al suo: “Te l’avevo detto”.

Problemi nelle case di cura a lungo termine

Il coronavirus ha distrutto le case di cura a lungo termine in tutto il paese, uccidendo migliaia di residenti ed esponendo debolezze letali nel sistema.

Secondo le statistiche nazionali, vicino a Il 90% dei quasi 22.000 decessi per COVID-19 in Canada sono stati tra persone di età pari o superiore a 70 anni.

“COVID ha rivelato esattamente quello che avevo detto in tutti questi anni”, ha detto.

Il dottor Ronald Bayne, che aveva un cancro in fase terminale, ha scelto di porre fine alla sua vita piuttosto che trascorrere i mesi rimanenti in una struttura di assistenza a lungo termine. (Inserito dalla famiglia del dottor Ronald Bayne)

“E, naturalmente, i politici si stanno torcendo le mani:” Oh, non ne sapevamo niente, non ne abbiamo mai sentito parlare. Oh, se solo avessimo saputo, avremmo fatto qualcosa “. Ma lo sapevano perfettamente e non l’hanno mai fatto [do anything], perché costa denaro “.

Dopo la prima ondata della pandemia, il primo ministro Justin Trudeau ha riconosciuto che il sistema aveva fallito gli anziani e ha affermato che il governo federale si è impegnato ad aiutare le province a migliorare.

Bayne è fermamente convinto che una parte di questi cambiamenti dovrebbe consentire alle persone nelle prime fasi della demenza di specificare le condizioni future per la morte medicalmente assistita, cosa non consentita dalle leggi attuali.

“Stai semplicemente negando loro quello che hanno chiesto quando erano ragionevoli, quindi è semplicemente ridicolo.”

GUARDA | Di fronte alla propria morte, il dottor Ronald Bayne spiega perché così tante persone hanno paura di morire:

Il dottor Ronald Bayne afferma che la possibilità di ricevere assistenza medica in caso di morte è un’opzione cruciale per coloro che sono preoccupati per la qualità della vita nell’assistenza a lungo termine. 1:08

Di fronte al cancro terminale e ai sintomi associati – tra cui ossa doloranti, difficoltà a deglutire e sensazione di bruciore durante la minzione – Bayne ha chiesto a un medico di aiutarlo con una morte assistita dal punto di vista medico che comportava un’iniezione endovenosa.

“Sono felicissimo, non vedo l’ora.”

Rispettando i suoi desideri

Sua figlia, Lillian Bayne, professoressa di politiche sanitarie presso l’Università di Victoria, ha detto che comprende e rispetta i desideri di suo padre, ma lotta con il pensiero che se ne sia andato.

“Da un lato vogliamo tenerti con noi perché ti amiamo così tanto, e sappiamo che ci ami e continuiamo a crescere e imparare da te tutto il tempo, ogni giorno”, ha detto.

GUARDA | Lillian Bayne parla a suo padre della sua decisione di cercare assistenza medica in caso di morte:

Lillian Bayne parla a suo padre Ronald delle emozioni contrastanti della sua famiglia riguardo alla sua decisione di perseguire una morte assistita dal punto di vista medico. 0:59

Dopo la formazione presso la McGill University di Montreal, Bayne iniziò a praticare medicina negli anni ’40, prima che in Canada esistesse un sistema sanitario federale a pagamento unico finanziato con fondi pubblici.

Ha dedicato la sua carriera – che ha abbracciato Montreal, Boston e il Regno Unito – alla cura degli anziani ed è stato schietto nel chiedere ai governi di migliorare la vita degli anziani.

“Sprecare soldi per queste persone anziane che stanno per morire non è politicamente attraente”, ha detto.

Il dottor Ronald Bayne, a sinistra, ha ricevuto una laurea honoris causa dalla McMaster University nel 2006 per il suo lavoro di sensibilizzazione sulla medicina geriatrica. Sta stringendo la mano a Peter George, che all’epoca era il presidente dell’università. (Inserito dalla famiglia del dottor Ronald Bayne)

Bayne divenne professore di medicina nel 1970 presso la McMaster University di Hamilton, a circa 70 chilometri a sud-ovest di Toronto, e vi rimase fino al suo pensionamento nel 1989.

Ha ricevuto una laurea honoris causa da McMaster nel 2006 per il suo lavoro di sensibilizzazione sulla necessità della specialità della medicina geriatrica, che è stata accreditata dal Royal College of Physicians and Surgeons del Canada solo nel 1977.

Bayne era appassionato di prendersi cura degli anziani

“Ha immaginato e avviato programmi che lavorano per prevenire lo stoccaggio di queste popolazioni spesso emarginate”, si legge nella citazione per la laurea.

Insieme alla sua passione per la medicina e la cura degli anziani, Bayne ha vissuto una vita piena di avventure, cercando e raccontando storie e abbracciando la gioia dell’apprendimento con apertura mentale e accettazione.

Il dottor Ronald Bayne e sua moglie Barbara, morta nel 2017, hanno avuto cinque figlie. Il suo consiglio è di goderti la vita con le persone a cui sei più vicino. (Inserito dalla famiglia del dottor Ronald Bayne)

Sua moglie Barbara, dalla quale ha avuto cinque figlie, è morta nel 2017. Aveva cinque nipoti.

Il consiglio di Bayne alle persone sopra i 60 anni è di capire come godersi la vita con le persone a loro più vicine.

“Così avranno ricordi felici dopo che te ne sarai andato.”

#medico #pioniere #parlato #favore #della #riforma #dellassistenza #agli #anziani #fino #alla #sua #morte #assistita #dal #punto #vista #medico #alletà #anni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *