Una famiglia di Montreal, una donna trovata morta sul pavimento della stanza d’ospedale rifiuta le scuse dell’agenzia sanitaria

Visualizzazioni: 14
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 58 Secondo

L’agenzia sanitaria dell’Isola Occidentale di Montreal ha formalmente chiesto scusa martedì alla famiglia di una donna che è stata trovata morta il mese scorso sul pavimento di una stanza del pronto soccorso del Lakeshore General Hospital di Pointe-Claire, Que.

Ma la famiglia dice che non è abbastanza.

In una dichiarazione, il CIUSSS de l’Ouest de l’Île de Montréal ha detto di aver chiesto al medico legale di indagare sulla morte di Candida Macarine il 27 febbraio. L’agenzia ha anche ammesso la mancanza di comunicazioni con la famiglia.

“Sebbene le indagini siano ancora in corso, il CIUSSS è già in grado di dire che le sue comunicazioni con la famiglia erano incomplete, soprattutto al momento dell’annuncio della morte”, si legge nel comunicato.

Macarine è morto in una stanza di isolamento a pressione negativa gli infermieri dell’ospedale della zona di Montreal avevano avvertito i dirigenti diverse volte, dicendo che era difficile vedere e monitorare i pazienti lì.

Il giorno della sua morte, alla famiglia di Macarine è stato detto solo che era morta per arresto cardiaco.

Ho appreso le circostanze della morte della madre da un notiziario

Non è stato fino a quando loro si accorse un articolo di CBC News due settimane dopo su una donna trovata “morta e gelata” sul pavimento accanto al suo letto che si sono resi conto che la donna era probabilmente la loro madre.

La famiglia e CBC News hanno ripetutamente richiesto ulteriori informazioni all’ospedale nelle ultime due settimane.

L’agenzia ha finalmente riconosciuto martedì che Macarine era la paziente morta e che non aveva segnalato le circostanze della sua morte alla famiglia.

La famiglia rifiuta le scuse

La dichiarazione arriva il giorno dopo che la famiglia di origini filippine ha tenuto una conferenza stampa in lacrime, accusando l’ospedale di razzismo.

Martedì la famiglia di Macarine ha inviato una dichiarazione a CBC tramite il Center for Research-Action on Race Relations, che ha offerto supporto.

“La questione non sono comunicazioni ‘incomplete’ come ha affermato Lakeshore. Si tratta piuttosto di un rifiuto persistente di fornire alla famiglia le informazioni a cui hanno diritto dal 27 febbraio”, si legge nel comunicato.

“È inaccettabile che Lakeshore abbia reagito solo a causa della copertura mediatica”.

Il capo del CIUSSS si offre di incontrare la famiglia

L’agenzia sanitaria intende agire sulla base delle raccomandazioni dell’indagine del medico legale per “garantire che una situazione del genere non si verifichi di nuovo”, ha detto CIUSSS nella sua dichiarazione.

“Inoltre, se viene dimostrato che il nostro personale ha agito in modo inappropriato, il CIUSSS non esiterà a prendere le decisioni e le azioni necessarie in tali situazioni”.

La dichiarazione dell’agenzia sanitaria non ha spiegato perché alla famiglia non fosse mai stato comunicato le circostanze della morte di Macarine.

In una e-mail, un portavoce ha detto a CBC News che l’agenzia non commenterà ulteriormente fino a quando il CEO di CIUSSS Lynne McVey non avrà avuto la possibilità di incontrare la famiglia.

“Lynne McVey ha scritto ieri ai membri della famiglia e ha chiesto di incontrarli per offrire il suo sostegno in questo difficile calvario”, si legge nella dichiarazione.

“Non posso fidarmi di nulla di ciò che dice l’ospedale”

La famiglia Macarine ha detto di non avere piani immediati per incontrare McVey.

“La famiglia non può fidarsi di ciò che dice l’ospedale”, afferma il comunicato della famiglia.

“La famiglia parlerà prima con l’ufficio del medico legale. Nel frattempo, si rifiuta di incontrare o parlare con l’ospedale della tragica morte di Candida”, prosegue il comunicato.

#Una #famiglia #Montreal #una #donna #trovata #morta #sul #pavimento #della #stanza #dospedale #rifiuta #scuse #dellagenzia #sanitaria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *