Una nave bloccata nel Canale di Suez in Egitto minaccia la spedizione in tutto il mondo

Visualizzazioni: 18
0 0
Tempo per leggere:4 Minuto, 49 Secondo

Una nave da carico di dimensioni grattacielo incuneata attraverso il Canale di Suez in Egitto ha ulteriormente messo a repentaglio il trasporto globale giovedì, poiché almeno altre 150 navi che hanno bisogno di passare attraverso il corso d’acqua cruciale sono rimaste inattive in attesa che l’ostacolo venga eliminato, hanno detto le autorità.

La Ever Given, una nave battente bandiera di Panama che trasporta merci tra l’Asia e l’Europa, si è arenata martedì nello stretto canale artificiale che divide l’Africa continentale dalla penisola del Sinai. Da allora, gli sforzi per liberare la nave utilizzando draghe, scavi e l’aiuto delle alte maree non hanno ancora messo da parte la nave portacontainer, influenzando un carico di miliardi di dollari.

In segno delle turbolenze globali che il blocco ha causato, giovedì l’armatore giapponese della nave ha persino offerto scuse scritte per l’incidente.

“Siamo determinati a continuare a lavorare sodo per risolvere questa situazione il prima possibile”, ha detto Shoei Kisen Kaisha Ltd.. “Vorremmo scusarci con tutte le parti colpite da questo incidente, comprese le navi che viaggiano e intendono viaggiare attraverso il Canale di Suez”.

Riprendono gli sforzi per liberare la nave

Le autorità hanno iniziato di nuovo a lavorare per liberare la nave giovedì mattina dopo essersi fermati per la notte, ha detto un funzionario dell’autorità del canale egiziano. Il funzionario, che ha parlato a condizione di anonimato poiché non era autorizzato a parlare con i giornalisti, ha detto che i lavoratori speravano di evitare di scaricare i container dalla nave poiché sarebbe uno sforzo di giorni per farlo che potrebbe prolungare la chiusura.

Finora, le draghe hanno cercato di ripulire il limo attorno all’enorme nave. I rimorchiatori spingevano la nave accanto ad essa, cercando di guadagnare slancio. Dalla riva, almeno un retroescavatore scavò nelle rive sabbiose del canale, suggerendo che la prua della nave fosse penetrata. Tuttavia, le foto satellitari scattate giovedì da Planet Labs Inc. e analizzate da The Associated Press hanno mostrato la nave ancora bloccata nella stessa posizione.

La nave portacontainer arenata Ever Given, una delle più grandi navi portacontainer del mondo, è stata vista giovedì dopo essersi arenata nel Canale di Suez. (Autorità del Canale di Suez / Reuters)

Tenente Gen. Osama Rabei, il capo dell’autorità del canale, ha detto che la navigazione attraverso il corso d’acqua sarebbe rimasta interrotta fino a quando non avrebbero rimesso a galla la nave. Una squadra della Boskalis, una società olandese specializzata nel recupero, è arrivata al canale giovedì, anche se uno degli alti funzionari della compagnia ha avvertito che la rimozione della nave potrebbe richiedere “da giorni a settimane”.

‘Una balena molto pesante’

“È, per così dire, una balena molto pesante sulla spiaggia”, ha detto il presidente della Boskalis Peter Berdowski al programma di attualità olandese Nuova ora mercoledì sera. “La nave, con il peso che ora ha, non può davvero essere liberata. Puoi dimenticarla.”

Bernhard Schulte Shipmanagement, la compagnia che gestisce l’Ever Given, ha detto che l’equipaggio di 25 membri della nave è al sicuro e responsabile. Shoei Kisen Kaisha ha detto che tutta la troupe proveniva dall’India.

La nave aveva a bordo due piloti dell’autorità del canale egiziano per guidarla quando l’incidente è avvenuto intorno alle 7:45 di martedì, ha detto Bernhard Schulte Shipmanagement.

Arretrato di navi

Il fornitore di servizi di canale Leth Agencies ha detto che almeno 150 navi stavano aspettando che l’Ever Given fosse liberato, comprese le navi vicino a Port Said sul Mar Mediterraneo, Port Suez sul Mar Rosso e quelle già bloccate nel sistema di canali sul Great Bitter Lake egiziano.

Le navi da carico già dietro l’Ever Given nel canale saranno inviate a sud verso Port Suez per liberare il canale, ha detto Leth Agencies. Le autorità sperano di fare lo stesso con l’Everitā quando potranno liberarlo.

Evergreen Marine Corp., un’importante compagnia di navigazione con sede a Taiwan che gestisce la nave, ha detto che la Ever Given è stata sopraffatta da forti venti quando è entrata nel canale, come hanno detto anche i funzionari egiziani. I venti forti e una tempesta di sabbia hanno afflitto l’area martedì, con raffiche di vento fino a 50 chilometri all’ora.

Un rapporto iniziale ha suggerito che la nave ha subito un blackout elettrico prima dell’incidente, cosa che Bernhard Schulte Shipmanagement ha negato giovedì.

“Le indagini iniziali escludono qualsiasi guasto meccanico o del motore come causa della messa a terra”, ha detto la società.

In Giappone, il segretario di gabinetto capo Katsunobu Kato ha detto ai giornalisti giovedì che il Canale di Suez fa parte di una rotta marittima internazionale cruciale e che il governo giapponese stava raccogliendo informazioni e collaborando con le autorità locali.

Impatto commerciale

La chiusura potrebbe influire sulle spedizioni di petrolio e gas in Europa dal Medio Oriente, che si affida al canale per evitare di navigare in Africa. Il prezzo del greggio Brent di riferimento internazionale è stato di oltre 63 dollari al barile giovedì.

Questa immagine satellitare mostra la nave cargo MV Ever Given bloccata nel Canale di Suez. (Planet Labs / The Associated Press)

Nel complesso, il famoso giornale di navigazione Lloyd’s List stima che ogni giorno che il Canale di Suez viene chiuso interrompe oltre 9 miliardi di dollari di merci che dovrebbero passare attraverso il corso d’acqua. Un quarto di tutto il traffico del Canale di Suez al giorno proviene da navi portacontainer come la Ever Given, ha detto il giornale.

“Bloccare qualcosa come il Canale di Suez mette davvero in moto una serie di domino che si ribaltano a vicenda”, ha affermato Lars Jensen, amministratore delegato della SeaIntelligence Consulting con sede in Danimarca. “L’effetto non sarà solo semplice e immediato con il ritardo del carico nelle prossime settimane, ma avrà effettivamente ripercussioni di diversi mesi lungo la linea per la catena di approvvigionamento”.

#Una #nave #bloccata #nel #Canale #Suez #Egitto #minaccia #spedizione #tutto #mondo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *