Vaccino e anziani COVID-19 di AstraZeneca: dove stanno il Canada e altri paesi

Visualizzazioni: 36
0 0
Tempo per leggere:4 Minuto, 57 Secondo

I canadesi hanno ora una terza opzione per proteggersi dal COVID-19 dopo che Health Canada ha approvato venerdì scorso il vaccino AstraZeneca-Oxford. Rimangono però da chiedersi se debba essere utilizzato nelle persone di età pari o superiore a 65 anni, un problema che si sta verificando anche in altri paesi in tutto il mondo.

Lunedì il Comitato consultivo nazionale sulle vaccinazioni (NACI) raccomandato contro utilizzando il vaccino in quella fascia di età, anche se Health Canada ne ha autorizzato l’uso negli adulti di tutte le età.

La NACI, che formula raccomandazioni ai governi sull’uso di vaccini recentemente approvati per gli esseri umani in Canada, ha detto che non ci sono abbastanza dati di studi clinici disponibile per determinare l’efficacia del vaccino nel prevenire l’infezione da COVID-19 tra le persone in questa coorte più anziana.

In un briefing di martedì, la dottoressa Theresa Tam, responsabile della sanità pubblica canadese, ha affermato che la NACI è pronta ad aggiornare la sua guida non appena “vede[s] sempre di più … dati del mondo reale che si accumulano “.

“Non leggere le loro raccomandazioni come una sorta di statica”, ha detto Tam. “Ma questo è quello che hanno raccomandato a questo punto.”

GUARDA | Tam su raccomandazione della NACI:

La dottoressa Theresa Tam, responsabile della sanità pubblica canadese, commenta la raccomandazione del Comitato consultivo nazionale sull’immunizzazione che il vaccino AstraZeneca-Oxford COVID-19 non venga somministrato a persone di età pari o superiore a 65 anni. 1:33

Oltre al vaccino AstraZeneca-Oxford, il Canada ha anche approvato i vaccini di Pfizer-BioNTech e Moderna. Tam ha detto che spetta alle province e ai territori determinare chi è nella posizione migliore per ottenere quali vaccini, ma tutti sono sicuri ed efficaci nel ridurre le malattie gravi e le morti legate al COVID-19.

Da parte sua, l’Ontario ha detto martedì che non darà agli anziani il vaccino AstraZeneca-Oxford, seguendo il consiglio della NACI.

Dati promettenti

Nell’approvare il vaccino, Health Canada ha esaminato sia i dati del mondo reale che quelli degli studi clinici. Ciò includeva dati del mondo reale dal Regno Unito, che il 30 dicembre è diventato il primo paese per approvarlo in tutti gli adulti.

Public Health England affermato a gennaio che il vaccino fornisce risposte immunitarie rassicuranti nelle persone anziane, anche se i dati sulla piena efficacia sono ancora frammentari.

“Ci sono stati troppo pochi casi nelle persone anziane negli studi AstraZeneca per osservare livelli precisi di protezione in questo gruppo, ma i dati sulle risposte immunitarie sono stati molto rassicuranti”, ha detto in una nota Mary Ramsay, responsabile delle vaccinazioni dell’agenzia.

La farmacista Asha Fowells vaccina Judy Phillips, 75 anni, con la sua prima dose del vaccino AstraZeneca-Oxford a Londra, il 4 febbraio. (Yui Mok / PA / The Associated Press)

Le prove del mondo reale dell’efficacia hanno avuto un impulso il mese scorso con i risultati di uno studio preliminare dalla Scozia che mostrano che la spinta alla vaccinazione del paese sembra ridurre notevolmente il rischio di ospedalizzazione per COVID-19.

I risultati dello studio, che ha riguardato l’intera popolazione scozzese di 5,4 milioni di persone, hanno mostrato che entro la quarta settimana dopo la dose iniziale, i vaccini Pfizer-BioNTech e AstraZeneca-Oxford riducono il rischio di ospedalizzazione fino all’85%. e 94 per cento rispettivamente.

La Francia inverte la posizione

Alla fine di gennaio, l’Unione europea ha anche approvato il vaccino AstraZeneca per l’uso in tutti gli adulti nelle sue 27 nazioni.

Tuttavia, i singoli paesi potrebbero ancora decidere come ea chi dare le loro dosi. All’epoca, alcuni paesi, tra cui Francia e Germania, raccomandavano che il vaccino fosse somministrato solo a chi aveva meno di 65 anni, citando la mancanza di dati sulla sua efficacia tra le coorti più anziane.

Ma la Francia si è ritirata da questa posizione. Il ministro della Salute Olivier Veran ha detto lunedì che le persone sotto i 75 anni con condizioni di salute preesistenti come l’ipertensione o il diabete possono ora ricevere il vaccino AstraZeneca-Oxford.

La Germania ha indicato che potrebbe presto seguire l’esempio, con il capo del suo gruppo di esperti sull’uso del vaccino, che ha emesso la raccomandazione iniziale che il vaccino vada solo alle persone sotto i 65 anni, dicendo la scorsa settimana che aggiornerà la sua raccomandazione molto presto.

Tuttavia, la Spagna finora continua a limitare il vaccino alle persone di età compresa tra 18 e 55 anni.

GUARDA | Perché le autorità possono differire su AstraZeneca-Oxford:

Isaac Bogoch, medico specializzato in malattie infettive e membro della task force sull’immunizzazione COVID-19 dell’Ontario, spiega perché il National Advisory Committee on Immunization non raccomanda il vaccino Oxford-AstraZeneca per le persone di età pari o superiore a 65 anni, anche se Health Canada ne ha autorizzato l’uso per adulti di tutte le età. 4:59

L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha approvato il vaccino AstraZeneca-Oxford per l’uso di emergenza il 15 febbraio, il che significa che potrebbe essere lanciato a livello globale attraverso l’iniziativa globale COVAX.

COVAX – coordinato congiuntamente dall’OMS, la Coalition for Epidemic Preparedness Innovations e Gavi, The Vaccine Alliance – raccoglie fondi dai paesi più ricchi che vengono utilizzati non solo per acquistare vaccini per quei paesi, ma anche per garantire anche i paesi a reddito ne hanno accesso.

Prima dell’approvazione dell’OMS, il gruppo di esperti consultivi strategici sull’immunizzazione ha condotto una revisione in cui ha concluso che il vaccino è sicuro, efficace e dovrebbe essere diffuso ampiamente, anche per coloro che hanno 65 anni e più.

Le prime dosi di vaccino spedite da COVAX è arrivato in Ghana il 24 febbraio, con le 600.000 dosi iniziali destinate a essere somministrate agli operatori sanitari, agli adulti dai 60 anni in su e alle persone con condizioni di salute sottostanti, secondo il governo.

Il Canada riceverà 1,9 milioni di dosi del vaccino AstraZeneca-Oxford attraverso il programma COVAX entro la fine di giugno.

#Vaccino #anziani #COVID19 #AstraZeneca #dove #stanno #Canada #altri #paesi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *