Veterano che ha ucciso la sua famiglia, egli stesso ha cercato aiuto da 6 medici prima del triplice omicidio

Visualizzazioni: 12
0 0
Tempo per leggere:3 Minuto, 58 Secondo

Negli ultimi mesi di vita di Lionel Desmond, visitava sei diversi medici vicino a casa sua, nelle zone rurali della Nuova Scozia, cercando la stessa cosa: aiuto per i sintomi in corso di un grave disturbo da stress post-traumatico.

Gli era stato detto che le cure successive sarebbero state in attesa dopo il suo rilascio da un ospedale psichiatrico. Non era.

Desmond ha cercato aiuto nelle cliniche familiari e al pronto soccorso fino al 2 gennaio 2017, il giorno prima di sparare a sua moglie, Shanna, a sua figlia, Aaliyah, a sua madre Brenda e poi a se stesso.

Ciascuno dei medici che lo hanno visto durante quella ricerca ha ora testimoniato all’inchiesta sulla fatalità in corso a Port Hawkesbury, NS, che ha il compito di formulare raccomandazioni per prevenire morti future.

Il loro ricordo combinato era di un uomo che cadde “attraverso le crepe” mentre lasciava il sistema sanitario militare e si trasferiva a quello civile. Come paziente psichiatrico presso Ste. Anne’s Hospital in Quebec, le sue giornate erano rigorosamente programmate – piene di appuntamenti per la consulenza, la terapia della natura, il lavoro sociale e le consultazioni sui farmaci – ma poi è tornato nella sua comunità di origine nella contea di Guysborough, NS, nell’agosto 2016 per non trovare alcun supporto sul posto. .

Shanna Desmond e sua figlia, Aaliyah. (Facebook)

Non c’era ancora alcun sostegno apparente quando il veterinario dell’Afghanistan ed ex cecchino si è rivolto al primo medico per chiedere aiuto a metà ottobre 2016.

Come ha detto in una seduta precedente il giudice Warren Zimmer, che dirige l’inchiesta, “continuava a essere spacciato”.

Responsabilità per l’assistenza di follow-up

Questa lacuna nelle cure pone la domanda, dice l’avvocato Adam Rodgers, su chi sia responsabile di un paziente quando si trasferisce.

Nel caso di Desmond, non solo stava lasciando l’ospedale del Quebec, ma si stava anche trasferendo dalla casa che aveva nel New Brunswick, dove aveva prestato servizio al CFB Gagetown per stare con la sua famiglia in Nuova Scozia.

“Sai che si stanno trasferendo, quindi è tua responsabilità sapere che sono entrati in contatto con un team di assistenza nella loro nuova casa – o è responsabilità del paziente?” ha detto Rodgers, l’avvocato della tenuta di Lionel Desmond, in un’intervista.

“In un caso normale, potresti affidare una maggiore responsabilità a un paziente, ma in un caso come il Cpl. Desmond e molti altri veterani che hanno problemi di salute mentale [and] che hanno difficoltà a gestire la folla e la burocrazia, tale responsabilità ricade sul team di assistenza “.

Nella settimana prima di lasciare Ste. Anne, il team di Desmond ha tenuto una teleconferenza con i medici che Desmond aveva visto alla Clinica per lesioni da stress sul lavoro a Fredericton e con la sua responsabile del caso Veterans Affairs, Marie Doucette.

Ma sembra che nessuno abbia parlato con alcun operatore sanitario in Nuova Scozia almeno fino a ottobre.

Incontro con il medico di famiglia

Desmond ha visitato per la prima volta un medico due mesi dopo aver lasciato Ste. Anne’s Hospital, semplicemente per chiedere a un medico di Guysborough se poteva avere qualche idea su quale piano di trattamento era stato stabilito per lui in Quebec.

Quella visita è stata la prima volta che il dottor Luke Harnish ha incontrato Desmond e sua moglie, ha testimoniato mercoledì.

Desmond è mostrato qui in una foto di famiglia con sua madre, Brenda, a sinistra, e la figlia, Aaliyah, a destra. (Inserito da Cassandra Desmond)

In precedenza Harnish non era stato il medico di Desmond. Inoltre non aveva mai sentito parlare di Ste. Anne’s Hospital quando si sono incontrati e non erano stati contattati da nessuno collegato all’ospedale, la OSI Clinic nel New Brunswick o il case manager di Desmond’s Veterans Affairs, ha testimoniato.

Quindi, ha deciso di consultare l’ospedale su Google e ha promesso alla coppia che il suo staff avrebbe contattato l’ospedale per vedere come ottenere i record del veterano.

Era l’unica volta che avrebbe visto Desmond, dato che il veterano non è mai tornato.

Invece, Desmond avrebbe poi visto il dottor Ali Khakpour e il dottor Ranjini Mahendrarajah alla stessa pratica. Avrebbe visto il dottor Ian Slayter al pronto soccorso il 24 ottobre 2016, uno psichiatra che ha detto all’inchiesta in una precedente sessione che il PSTD di Desmond probabilmente è peggiorato a causa dell’interruzione del trattamento di mesi dopo la sua permanenza a Ste. Anne’s.

In quella valutazione, Slayter ha notato che Desmond “potrebbe cadere attraverso le crepe” mentre è passato dal sistema sanitario militare a quello civile, motivo per cui ha accettato di continuare a seguire Desmond.

Rodgers ha detto che si aspetta che il giudice affronti il ​​divario quando farà il suo rapporto finale di raccomandazioni.

#Veterano #che #ucciso #sua #famiglia #egli #stesso #cercato #aiuto #medici #prima #del #triplice #omicidio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *