Vuoi sapere quanto zucchero aggiunto c’è nei tuoi cibi preferiti? Le aziende canadesi non devono dirtelo

Visualizzazioni: 6
0 0
Tempo per leggere:8 Minuto, 13 Secondo

Pur dovendo divulgare molti dettagli sugli ingredienti, specifici allergeni, il conteggio delle calorie e altre informazioni nutrizionali sulle etichette, i produttori di alimenti non sono tenuti a includere la quantità di zucchero aggiunto che un prodotto contiene e non devono rivelare tali informazioni a un consumatore indagatore, un CBC Mercato l’indagine ha trovato.

Nell’ambito della sua ultima indagine, Mercato ha contattato Coca-Cola Company, General Mills e Campbell Canada, chiedendo quanto zucchero è stato aggiunto in alcuni dei loro prodotti popolari: arancia di calcio Vitaminwater di Coca-Cola, yogurt alla vaniglia 0% biologico Liberté di General Mills e zuppa di pomodoro condensata di Campbell .

Solo un’azienda ci ha detto quanto zucchero aggiunto c’è nel suo prodotto e si è scoperto che non è necessario.

“Non sono sorpreso”, ha detto David Hammond, professore e cattedra di ricerca universitaria in sanità pubblica presso l’Università di Waterloo.

“Non credo che sia nel loro interesse parlare di quanti dei loro prodotti ea quali livelli aggiungono lo zucchero”.

Sotto il Canada Legge sugli alimenti e sulle droghe, Le etichette alimentari canadesi devono elencare la quantità totale di zuccheri, che include gli zuccheri aggiunti e tutti gli zuccheri presenti in natura come quelli nei latticini, nella frutta e nella verdura. Le etichette non devono specificare la quantità di zucchero che il produttore ha aggiunto al prodotto, spesso solo per gusto.

Mancano le etichette alimentari canadesi

In una e-mail, Health Canada ha affermato che “il Food and Drugs Act e i suoi regolamenti non consentono la dichiarazione di informazioni sugli zuccheri aggiunti nella tabella dei dati nutrizionali”.

Tuttavia, ha detto Health Canada Mercato che, “I consumatori sono liberi di contattare direttamente i produttori per cercare ulteriori informazioni su alimenti o ingredienti che lo sono Non sopra l’elenco degli allergeni prioritari o sugli zuccheri aggiunti in un prodotto. Sebbene molti produttori forniscano tali informazioni, non vi è alcun obbligo da parte del produttore di farlo “.

I dietisti raccomandano di limitare l’assunzione giornaliera di zuccheri aggiunti e l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e Heart & Stroke Canada, tra gli altri, offrono linee guida.

Il L’OMS raccomanda limitare gli “zuccheri liberi” giornalieri a 25 grammi, o sei cucchiaini da tè, per i massimi benefici per la salute. “Zuccheri liberi” comprendono non solo gli zuccheri aggiunti, ma anche gli zuccheri naturalmente presenti nei succhi di frutta e nei concentrati di succhi di frutta. Heart & Stroke Canada consiglia idealmente i canadesi consumare meno del cinque per cento, o sei cucchiaini, di zuccheri aggiunti al giorno.

David Hammond ha trovato zucchero aggiunto in oltre 40.000 prodotti alimentari e bevande confezionati trovati sugli scaffali dei negozi canadesi. (David Hammond)

Nel 2015, Hammond ha studiato la presenza di zuccheri aggiunti in oltre 40.000 prodotti alimentari e bevande confezionati disponibili sugli scaffali dei negozi canadesi analizzando l’elenco degli ingredienti. Ha trovato zuccheri aggiunti in due terzi dei prodotti e non crede che nulla sia cambiato negli anni trascorsi dalla pubblicazione dello studio.

“Non si tratta solo di biscotti e torte. La maggior parte dei canadesi sarebbe sorpresa di apprendere che alcune delle principali fonti di zuccheri aggiunti sono cose come lo yogurt, il pane”, ha detto Hammond.

Quantità di zucchero aggiunto difficile da scoprire

Mercato ha acquistato Vitaminwater, yogurt e prodotti per minestre e ha cercato di determinare la quantità di zucchero aggiunta in ciascuno di essi.

Con solo lo zucchero totale richiesto su un’etichetta alimentare canadese, Mercato ha lavorato con la dietista registrata Stefania Palmeri per elaborare la matematica nutrizionale.

Yogurt biologico Liberté vaniglia 0% e yogurt biologico Liberté naturale 0%. Gli yogurt naturali generalmente contengono solo zuccheri presenti in natura e senza zuccheri aggiunti. (David MacIntosh / CBC)

Lo yogurt biologico alla vaniglia 0% di Liberté contiene 19 grammi di zucchero totale per porzione da ¾ di tazza. (David MacIntosh / CBC)

Lo yogurt biologico alla vaniglia 0% di Liberté contiene 19 grammi di zucchero totale per porzione da ¾ di tazza.

Al contrario, ci sono solo cinque grammi di zucchero totale per porzione da ¾ di tazza nello yogurt biologico 0% non zuccherato di Liberté.

La migliore ipotesi di Palmeri è che rispetto alla versione normale, lo yogurt alla vaniglia ha ben 14 grammi di zucchero aggiunto per porzione da ¾ di tazza, o circa tre cucchiaini. Quattro grammi di zucchero equivalgono a circa un cucchiaino.

“Non siamo sicuri di quanto di questo venga aggiunto, ma non stiamo ancora andando bene se questa è la prima cosa con cui iniziamo al mattino”, ha detto Palmeri.

quando Mercato ha chiesto a General Mills quanto zucchero aggiunto è nello yogurt, la società ha detto che segue le normative sull’etichettatura di Health Canada, che includono l’etichettatura degli zuccheri totali nel prodotto.

La dietista registrata Stefania Palmeri ha collaborato con Marketplace per determinare la quantità di zucchero aggiunto in alcuni prodotti popolari. (David MacIntosh / CBC)

Gli Stati Uniti rivelano lo zucchero aggiunto sulle etichette dei prodotti alimentari

La zuppa di pomodoro di Campbell era un caso interessante.

A differenza del Canada, lo zucchero aggiunto è ora elencato su tutte le etichette dei dati nutrizionali negli Stati Uniti, inclusa l’etichetta per la zuppa di pomodoro Campbell. Questo perché ora è richiesto negli Stati Uniti sotto nuove normative dalla Food and Drug Administration (FDA).

Sulla sua Sito web degli Stati Uniti, la zuppa di pomodoro americana Campbell ha otto grammi di zucchero aggiunto per porzione da 240 millilitri.

GUARDA | Ecco quanto zucchero aggiunto c’è in questa zuppa di pomodoro:

Questa zuppa di pomodoro ha aggiunto lo zucchero. Ma non troverai quanto sulle etichette nutrizionali canadesi. 2:38

quando Mercato chiamata linea di consumo canadese di Campbell, non sono state fornite informazioni sullo zucchero aggiunto per il prodotto venduto in Canada. Tuttavia, più avanti nelle e-mail, Campbell ha detto che è “proibito” dal Food and Drugs Act includere zucchero aggiunto sull’etichetta, ma ha spiegato che la zuppa di pomodoro che vende in Canada ha 11 grammi di zucchero aggiunto in un 250 millilitro ( una tazza) che serve.

Nonostante le dimensioni della porzione leggermente più grandi, questo è ancora più zucchero del prodotto statunitense.

La zuppa di pomodoro condensata di Campbell ha 16 grammi di zucchero totale per porzione da una tazza. Campbell’s dice che ne vengono aggiunti 11 grammi. (David MacIntosh / CBC)

“Non credo che la maggior parte delle persone abbia la consapevolezza di quanti posti possono essere nascosti gli zuccheri aggiunti”, ha detto Palmeri.

“Quando guardi una zuppa di pomodoro pensando: ‘Sto cercando di mangiare più verdure’, non ti aspetteresti che uno degli ingredienti sia il glucosio-fruttosio”.

Coca-Cola, la proprietaria dei prodotti Vitaminwater, si è rifiutata di dirlo Mercato quanti dei 32 grammi di zucchero totali nel suo prodotto sono zuccheri aggiunti.

Tuttavia, ha detto che “troppo zucchero non fa bene a nessuno” e ha notato che offre molte bevande a basso o zero zucchero, inclusa l’acqua vitaminica senza zucchero.

Palmeri sospetta che venga aggiunto tutto, considerando che il secondo ingrediente dell’acqua è lo zucchero di canna. Negli Stati Uniti, l’etichetta per Acqua vitaminica arancia elenca 27 grammi di zucchero, tutti aggiunti.

Vitaminwater calcio arancione contiene 32 grammi di zucchero totale in una bottiglia. I nostri esperti ritengono che sia stato aggiunto tutto. (David MacIntosh / CBC)

Tempo di cambiare

Hammond afferma che i consumatori meritano di conoscere lo zucchero aggiunto nel loro cibo.

“Dobbiamo fare qualcosa perché lo status quo non aiuta affatto i consumatori”, ha detto.

I consumatori canadesi sono stati consultati sulle nuove etichette alimentari nel 2013 e nel 2014. Nel “Consulenza ai canadesi per modernizzare e migliorare le etichette alimentari“rapporto, i consumatori canadesi hanno chiesto che le nuove etichette alimentari includano un valore massimo giornaliero per lo zucchero, così come la scomposizione degli zuccheri” presenti in natura “e” aggiunti “.

Ma gli stakeholder del settore hanno respinto, mettendo in dubbio la base scientifica della richiesta che gli zuccheri aggiunti figurino sulle etichette nutrizionali, “dato che il corpo metabolizza allo stesso modo gli zuccheri presenti in natura e gli zuccheri aggiunti”.

Le parti interessate del settore hanno anche espresso altre preoccupazioni, tra cui il costo della dichiarazione di informazioni sullo zucchero aggiunto sulle etichette, e hanno citato una ricerca statunitense che ha rilevato che i consumatori avevano una “comprensione limitata” di cosa significa zucchero aggiunto.

Non è chiaro quali aziende o produttori abbiano partecipato al respingimento.

Nelle e-mail, Mercato ha chiesto a Health Canada perché lo zucchero aggiunto non sarà presente nel file nuove etichette nutrizionali, che sono attualmente in fase di lancio in tutto il paese.

Health Canada ha risposto che il feedback nel 2014 indicava che i canadesi trovavano “confuse” le informazioni sugli zuccheri aggiunti.

Health Canada ha anche affermato di aver stabilito che avere una dichiarazione sugli zuccheri aggiunti sarebbe incoerente con l’OMS linea guida sugli zuccheri, che raccomanda alle persone di ridurre il consumo di zuccheri liberi e non solo di zuccheri aggiunti. Lo ha detto anche Health Canada Mercato ritiene che le informazioni sulle nuove etichette – compresa la “% valore giornaliero” (DV) e una nuova nota a piè di pagina che indica “5% o meno è poco, 15% o più è molto” – aiuteranno a educare i consumatori.

(Health Canada)

Health Canada ha anche introdotto l’obbligo di raggruppare gli ingredienti a base di zuccheri nell’elenco degli ingredienti che seguono il termine “zuccheri”. L’agenzia afferma che “Insieme, questi nuovi requisiti sosterranno la riduzione dell’assunzione di zuccheri dei canadesi”.

Hammond è fortemente in disaccordo e dice ricerca mostra che più canadesi sono stati in grado di identificare la presenza di zucchero aggiunto in un prodotto quando le informazioni per lo zucchero aggiunto erano chiaramente indicate sull’etichetta nutrizionale.

“I canadesi stanno cercando di fare scelte più sane … e una delle cose a cui tengono è la quantità di zucchero aggiunto”, ha detto.

“Questa non dovrebbe essere scienza missilistica”.

  • Guarda gli episodi completi di Marketplace su CBC Gem, il servizio di streaming della CBC.

#Vuoi #sapere #quanto #zucchero #aggiunto #cè #nei #tuoi #cibi #preferiti #aziende #canadesi #devono #dirtelo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *